Fondazione Pescarabruzzo, Mattoscio all’audizione in Commissione Finanze al Senato

“La fondazione ha caparbiamente operato e anche codificato in ogni atto della sua attivita’ il principio della sua autonomia e indipendenza con stretto riferimento al ciclo elettorale del contesto ambientale di riferimento”. Lo ha detto il presidente della Fondazione PescaraAbruzzo Nicola Mattoscio nel corso della sua audizione presso la Commissione Finanze del Senato. Mattoscio ha poi spiegato che “Sulla base di questo principio ha potuto sperimentare un modello originale, un caso di studio nell’ambito delle 86 Fondazioni di origine bancaria italiana, che racchiude ad uno stesso soggetto quelle attivita’ che nel sistema anglosassone sono spesso specializzate in forma tematica. La fondazione Pescarabruzzo nella piu’ rigorosa adempienza della normativa di riferimento si e’ voluta caratterizzare per essere al tempo stesso: operative, grantmaking e fundrising. Cioe’ certamente erogare, secondo il proprio statuto, ma anche protagonista e in maniera attiva ad essere protagonista del territorio di riferimento per aiutare a maturare comportamenti virtuosi in capo agli stakeholder che la legge precisa e lo statuto puntualizza. E insieme a questo la Fondazione e’ stata anche beneficiaria di risorse, di donazioni, e quindi ha avuto un ruolo attivo di fundrising”.

Mattoscio ha ricordato che “Nel tenere insieme questa griglia, di operative, grantmaking e fundrising, la Fondazione ha promosso, unica tra le fondazioni di origine bancaria italiane, un distretto urbano dell’economia della cultura e della conoscenza unico basandosi su studi specialistici di elevato standing internazionale che ha coinvolto studiosi di notoria fama. E nella cornice del distretto urbano dell’economia della cultura e della conoscenza ha esercitato numerose iniziative. Questa visione – ha concluso -contribuisce ad implementare un modello di sviluppo sociale ed economico”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Lavoro, Rapporto Inapp: solo 531mila apprendisti

L’apprendistato puo’ essere una soluzione alla mancanza di manodopera ma e’ “ancora largamente sottoimpiegato” secondo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.