Pmi, investimenti sulla comunicazione digitale cresciuti del 22%

Italiaonline ha realizzato un’indagine sulla digitalizzazione delle Pmi in Italia che mostra una costante e continua crescita del valore degli investimenti nella “Presenza e nella Comunicazione digitale” nel triennio 2019-2021, con l’affermarsi di tre principali fenomeni: il consolidamento del sorpasso, avvenuto durante la pandemia, del digitale rispetto ai media tradizionali, la crescita dell’utilizzo di soluzioni digitali innovative da parte delle PMI precedentemente riservate alle grandi aziende (esempio influencer marketing, +50% in termini investimenti rispetto al 2020) e la crescita dell’utilizzo dei canali digitali come vie di accesso ai mercati esteri.

Il mercato della “Presenza e Comunicazione digitale” appare in continua crescita nel triennio 2019-2021, e nel 2021 ha registrato un valore pari a 2,73 miliardi di euro (+22% rispetto il 2020) come conseguenza della crescente consapevolezza in merito all’importanza di utilizzare il digitale sia per il business domestico che internazionale. Nel 2021, in particolare, è aumentato sia il numero di aziende che hanno effettuato investimenti nel digitale, pari a 1,2 milioni unità (+7,5% vs 2020), che l’investimento medio per azienda, che ha raggiunto le 2,3 migliaia di euro (+13% vs il 2020).

L’indagine sulla digitalizzazione delle Pmi in Italia mostra, che il mercato della “Presenza e Comunicazione digitale” è stato in costante e continua crescita, +26%, nel triennio 2019-2021 mentre, il mercato dei mezzi di comunicazione tradizionali (esempio Fiere, Tv, Out of Home, Stampa, Radio, etc), nonostante una crescita significativa nel 2021 del 20,4% vs 2020, è ancora significativamente inferiore ai valori pre-pandemia del 2019, come conseguenza di un minor numero di aziende comunicanti sui mezzi tradizionali e di un minor investimento medio per azienda. L’analisi condotta da Italiaonline – circa 10 mila imprese rappresentative dell’universo di riferimento per tipologia, segmento merceologico ed area geografica – ha evidenziato che, oltre il 73% delle imprese del campione ha dichiarato di possedere un sito web, circa il 12% di possedere un e-commerce e/o di essere presente su un marketplace anche per cogliere opportunità sui mercati esteri e circa 200.000 imprese di aver effettuato campagne di comunicazione e advertising online su motori di ricerca. Dati significativi anche per il mondo dei social network. Il 49,9% delle aziende del campione utilizza pagine social preferendo Facebook (94,6%) e Instagram (44,8%). L’utilizzo, anche commerciale, delle community è però più sfruttato dalle imprese medio/grandi che si affidano alle interazioni social rispettivamente per il 55,2% e il 59,9%. Sul fronte degli investimenti la ricerca ha confermato lo sviluppo di tutti i principali ambiti del mercato della “Presenza e della Comunicazione online”. Se infatti il sito web ha attratto investimenti per circa un miliardo di euro (registrando un +17% rispetto all’anno precedente), l’e-commerce ed i marketplaces si attestano intorno ai 400 milioni (+21%), mentre l’universo social vale oltre 360 milioni di euro e registra un tasso di crescita del 7%. Prosegue anche la crescente attenzione delle imprese per la creazione di contenuti multimediali, come foto e video, confermata da un incremento degli investimenti a doppia cifra. Una tendenza in forte crescita è inoltre quella dell’influencer marketing, inizialmente considerato appannaggio delle aziende medio-grandi, e ora sempre più utilizzato anche dalle piccole imprese (+50% in termini investimenti rispetto al 2020).

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Dai permessi per costruire 1,7 miliardi per l’Erario

In Lombardia non si arresta il boom della crescita immobiliare, a Milano come altrove, e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *