Sette italiani su 10 sono interessati alla settimana lavorativa breve di 4 giorni

Sette italiani su 10 sono interessati alla settimana lavorativa breve di 4 giorni e il 66% dei lavoratori italiani è favorevole ma solo a parità di stipendio. E’ quanto emerge da un sondaggio condotto da Adecco Group su un campione di 2mila lavoratori. Dalle risposte fornite dai lavoratori solo il 10% sarebbe disponibile a lavorare 4 giorni anche a fronte di una riduzione del proprio salario. Favorevole invece a lavorare un’ora in più al giorno per soli 4 giorni alla settimana il 18% del campione intervistato, mentre il 61% ritiene che il proprio salario oggi non sia sufficiente per affrontare l’aumento dei prezzi dettato dall’inflazione. Dalle risposte al sondaggio di Adecco emerge comunque che oltre 70% dei lavoratori afferma di essere interessato alla settimana lavorativa di 4 giorni, perché “migliorerebbe il benessere mentale senza avere ripercussioni negative sulla produttività”. Tra i dubbioso sulla settimana lavorativa di 4 giorni il 33% sospetta che comporterebbe una diminuzione dello stipendio, il 27% teme che causerebbe un “serio aumento del carico di lavoro, arrivando comunque a dover lavorare fino a tarda sera o nel giorno libero”, il 23% pensa che porterebbe ad un maggior carico di stress negli altri giorni lavorativi e il 17% crede che potrebbe essere “lesiva per l’avanzamento di carriera, rendendo più lento l’ascensore sociale”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Hotel, tariffa media della camera doppia aumentata del 10,9 per cento nel 2023

Nel 2023 la tariffa media giornaliera in Italia per una camera doppia in hotel è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *