Sono 119.298 i commercialisti in Italia, 61.237 euro il reddito medio 2020

 Il reddito professionale netto medio dei commercialisti, nel 2020, continua ad aumentare, seppure “ad un ritmo decisamente piu’ lento, rispetto al 2019: il tasso di crescita annuale passa, infatti, dal +2,6% al +0,5% e il valore medio sale a 61.237 euro, superando in tal modo il livello del 2009, che era pari a 61.138 euro”. E’ quanto si legge nel Rapporto 2021 sulla professione, curato dal Consiglio e dalla Fondazione nazionale della categoria, che precisa, poi, come, se si va ad analizzare il reddito ‘mediano’ invece, questo “cresce del 2,3% portandosi a 35.255 euro, pari al 57,6% di quello medio”. Il reddito medio dei commercialisti italiani, va avanti il dossier, sale al Sud (+4,5%), mentre cala al Nord (-0,3%), e pure quello ‘mediano’, a differenza di un anno fa, cresce nel Meridione (+5,8%) e scende, invece, nel Settentrione (-3,2%).

Nell’arco dell’anno passato, recita il documento, gli iscritti all’Albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, nella Penisola, “sono aumentati di 523 unita’, pari ad una crescita percentuale dello 0,4% sul 2019” e in tredici anni sono saliti di 11.799 (+11% sul 2007). Nello stesso periodo, si evidenzia, “la popolazione italiana e’ diminuita dello 0,6%, mentre l’occupazione e’ calata del 4,1% e le imprese attive sono aumentate del 2,3%. Cio’ ha determinato un calo significativo del rapporto tra la popolazione e gli iscritti, passato in undici anni da 555 a 497 e del rapporto tra le imprese attive e gli iscritti che, nello stesso periodo, e’ passato da 50 a 43″.

A fronte di 497 abitanti per ogni iscritto a livello nazionale, si registrano 548 abitanti al Nord con una punta di 577 nel Nord-Est e 460 al Sud con, addirittura, 410 nelle regioni meridionali”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

 La società spagnola Azora ha completato l’acquisizione di Bluserena spa

Azora, attraverso Azora European Hotel & Leisure, ha completato l’acquisizione di Bluserena spa, la seconda …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *