Turismo, rincari record a Roma mentre a Pescara c’è un calo dello 0,5 per cento delle tariffe

Roma e’ la citta’ italiana dove le tariffe delle strutture ricettive aumentano di piu’ a luglio. Lo afferma Assoutenti in una nota. L’associazione, sulla base dei dati sull’inflazione diffusi oggi dall’Istat, ha stilato la classifica dei rincari degli hotel in Italia. Rispetto allo scorso anno nella Capitale le tariffe di hotel, alberghi, bed and breakfast, pensioni, eccetera sono salite del 31,3 per cento. Un rincaro che va di pari passo all’aumento delle presenze dei turisti stranieri in citta’, e che piazza Roma al vertice della classifica delle citta’ italiane dove le strutture ricettive hanno applicato i rialzi piu’ pesanti. Roma e’ seguita da Genova con rincari al 31 per cento e da Venezia che si assesta a un +24,7 per cento. Milano e’ in quarta posizione con +24,6 per cento, Napoli al nono posto con +20,8 per cento. Chiudono la classifica Mantova, Pescara e Caltanissetta dove i costi delle strutture ricettive sono invece in calo: per le prime due citta’ si registra una flessione di -0,5 per cento e per la terza i ribassi sono al -9,7 per cento.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Danni da peronospora, i sindaci chiedono tempi certi per gli aiuti alle aziende vitivinicole

Attivazione immediata degli strumenti programmati a sostegno delle aziende vitivinicole danneggiate dalla peronospora e stanziamento …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *