La verita’ degli anti atlantisti.

di Achille Lucio Gaspari*

Su questa storia della guerra in Ucraina circolano due verità come accade per i risultati di certe equazioni. Di soluzioni ce ne sono due ,una però è falsa e bisogna stare attenti a non farsi ingannare.

La versione anti atlantica ha il suo vessillifero in Travaglio che sul Fatto Quotidiano del 19 aprile afferma che:

  1. L’obiettivo di Putin è la conquista del Dombass e di una fascia di costa sud possibilmente comprendente Odessa.

  2. Putin non ha mai avuto l’obiettivo di conquistare tutta l’Ucraina o almeno la Capitale, altrimenti la cosa gli sarebbe riuscita facilissimamente; lo scopo era solo quello di distrarre le forze russe dal Dombass

  3. Putin non ha mai voluto catturare o eliminare Zelensky per sostituirlo con un presidente fantoccio, un Quisling qualunque.

  4. Gli occidentali si illudevano che la Russia potesse essere sconfitta dalla Ucraina.

Non lo dice in questo articolo ma lo ha detto precedentemente che si tratta di una legittima difesa per impedire alla Ucraina di entrare nella Nato che rappresenta per la Russia una minaccia e un pericolo.

Se queste sono verità le affermazioni false e tendenziose non esistono.

  1. Putin ben prima di iniziare la violenta aggressione che si vergogna di chiamare guerra di conquista ha ripetutamente dichiarato e scritto che l’Ucraina è per storia e popolazione niente altro che Russia e alla Russia deve tornare. E’ facilissimo trovare le fonti che illustrano questa posizione di Putin

  2. Putin aveva in programma la conquista di tutta l’Ucraina e quindi ovviamente della Capitale. Avendo avuto informazioni erronee (e qui sarebbe interessante sapere se per incapacità degli informatori o perché questi ultimi volevano trarlo in inganno) riteneva che sarebbe stato accolto come un liberatore e che le sue truppe avrebbero fatto una passeggiata di salute.

  3. Putin ha definito la classe dirigente ucraina con Zelensky in testa (eletto presidente dal suo popolo con il 70% di voti in una libera elezione) costituita da nazisti, omosessuali e drogati e che suo compito era denazificare. Cosa vuol dire denazificare? Forse apprezzare, lodare premiare?

  4. Gli occidentali non sono degli sciocchi illusi e non pensano certo ad una operazione semplice da parte degli ucraini. Però sanno distinguere tra gli aggrediti e gli aggressori e conoscono bene la favola del lupo che volendo mangiarsi un agnello andava in cerca di false giustificazioni.

La Russia sta pagando un prezzo pesantissimo e non preventivato in uomini e materiali:ventimila soldati, oltre mille carri armati e blindati, oltre cento aeroplani e due navi di cui anche la nave ammiraglia. A proposito di questa azione ecco la molteplice versione russa: un piccolo incendio, un grosso incendio per ragioni fortuite, non è affondata, è affondata, non è stata colpita da due missili ucraini, è sta colpita da un missile della nato.

Non bisogna dare armi agli ucraini ;sarebbe meglio che si arrendessero subito così ci sarebbero meno morti. Insomma per gli antiatlantisti gli aggrediti in fondo hanno torto e devono soccombere. La Russia non è affatto isolata, Putin ha una posizione solida e non ci sarà un cambio di regime.

La situazione non è come Travaglio la presenta. 141 nazioni hanno votato contro la Russia e solo 4 a favore : Corea Del Nord,Eritrea, Iran, Bielorussia. Tutte nazioni simbolo di democrazia!

Questa guerra è stata scatenata anche per impedire alla Ucraina di aderire alla Nato? Bel risultato; adesso ci entreranno Svezia e Finlandia. E’ perché mai? Perché vogliono invadere la Russia o perché si sentono in pericolo con un simile vicino?

Gli occidentali non sono contro i russi ma contro questo governo russo. Decidano loro da chi vogliono essere governati.

Noi ci regoleremo di conseguenza.

*Professore Ordinario Emerito, Direttore Sezione Clinica Chirurgica, Facoltà di Medicina e Chirurgia
Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Pianella: i luoghi da non dimenticare

  La chiesa del Carmine di Pianella è tra i “Luoghi del Cuore Fai” nell’XI …

2 Commenti

  1. Articolo di piacevole chiarezza. Leggendolo, ho finalmente compreso, per quanto è possibile in una situazione di guerra, le posizioni degli “antiatlantisti”, senza ovviamente condividerle, e credo mi sarà più semplice, quindi, interpretare, da oggi, le notizie giornalistiche e televisive. Grazie

  2. La “precisione chirurgica” del prof Gaspari nell’esporre la Verità è pari alla sua onestà intellettuale e professionale. La vita dedicata alla medicina fa apprezzare, ancor di più, i tanti articoli scritti dal prof. Trovo, in essi, la costante della chiarezza, lo studio approfondito dell’argomento trattato e l’onestà del pensiero che onorerebbero la politica se mai decidesse di dedicarvisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.