Esorcismi da 100mila euro per ‘mal d’amore’, arrestato senegalese

Si sentiva sfortunato, vittima di qualche maleficio a causa di una delusione amorosa e di esperienze negative. Stava quasi entrando in depressione e ha pensato di rivolgersi prima a un sacerdote esorcista e poi a un senegalese amico di un santone, per ‘liberarlo’ dalla sfortuna, ma e’ finito nella mani di un truffatore che nel giro di soli tre mesi e’ riuscito a farsi consegnare 100mila euro. Protagonista della vicenda, un 50enne di Oristano. La polizia ha arrestato un 30enne senegalese residente nell’Oristanese per truffa aggravata. A fare scattare le indagini, condotte dalla Squadra Mobile, e’ stata la denuncia presentata dalla vittima. Il 50enne aveva contattato l’arrestato per chiedergli di intercedere con il santone affinche’ lo liberasse da quel presunto maleficio. Il 30enne, dopo aver convinto la vittima a versargli una prima trance di denaro, si sarebbe recato in Africa dove, con l’aiuto del presunto santone, avrebbe fatto diversi riti in favore del 50enne. Riti cruenti, secondo quello che affermava il senegalese, che prevedevano l’uccisione di animali: prima delle galline e poi, visto che non sortivano effetto, si sarebbero dovuti uccidere animali sempre piu’ grandi come oranghi, asini, cammelli, gorilla e iene. Per ogni sacrificio annunciato, arrivava una richiesta di denaro sempre piu’ alta. Nel giro di tre mesi, pero’, il 50enne ha finito il denaro, ma l’immigrato non si e’ fermato. Ha continuato a chiedere soldi, (28mila euro per la presunta uccisione di due iene) minacciandolo anche di ritorsioni: il santone avrebbe fatto dei riti che l’avrebbero ridotto in sedia a rotelle e causato malattie ai suoi figli. Il 50enne a quel punto si e’ rivolto alla polizia. Gli agenti della Mobile hanno teso una trappola al 30enne. Hanno fissato un nuovo incontro per la consegna di 14mila euro e lo hanno arrestato. Nella sua abitazione sono stati sequestrati 9mila euro e numerosi amuleti e accessori per fare riti e “fatture”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

La mozzarella supera il camembert in Francia nei consumi

Per la prima volta in Francia, i consumi di mozzarella (vaccina e bufala insieme) hanno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *