‘Paga o arrestiamo tuo marito’, anziana sventa una truffa

I carabinieri dell’Aquila hanno sventato una truffa ai danni di una anziana donna. L’episodio risale a qualche giorno fa: una telefonata al numero fisso di casa, una richiesta di denaro per evitare gravi conseguenze penali.

Il truffatore, qualificandosi come maresciallo dei carabinieri, ha chiamato l’anziana comunicando che il proprio marito aveva appena avuto un incidente con l’auto e che una persona era rimasta seriamente ferita. Alla donna è stato comunicato che di lì a poco avrebbero dovuto arrestare il proprio congiunto. Passato qualche secondo in silenzio, il truffatore ha prospettato una soluzione risolutiva per accomodare la situazione. Per evitare l’arresto dell’uomo, sarebbe bastato il versamento di un’ingente somma di denaro nelle mani dell’avvocato della famiglia della vittima che, di lì a poco, si sarebbe presentato presso l’abitazione della donna.

A quel punto, intuita l’ambiguità della richiesta del falso maresciallo, alla donna è venuto in mente un volantino dei carabinieri nel quale veniva indicato come difendersi dalle truffe telefoniche. La donna ha così finto di accettare la richiesta, si è momentaneamente congedata dall’interlocutore e ha chiamato il 112. Alla richiesta della donna, due autovetture sono giunte presso la sua abitazione scongiurando l’arrivo del fantomatico avvocato e dei suoi complici.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Offese sul sito giornalistico web, il Lanciano rescinde il contratto col calciatore

Commenti offensivi su Facebook a proposito dei nuovi provvedimenti anti-Covid che il Governo si appresta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *