A rischio 800 mila posti di lavoro con la chiusura di oltre sei alberghi e ristoranti su dieci

A rischio 800 mila posti di lavoro con la chiusura di oltre sei alberghi e ristoranti su dieci, prevista entro un anno, a causa dell’emergenza Coronavirus. E’ questo il quadro che emerge a livello nazionale da un’indagine Istat, che denuncia l’esistenza di fattori economici e organizzativi, che mettono a rischio la sopravvivenza il 65,2% delle imprese di alloggio e ristorazione (19,6 miliardi di euro di valore aggiunto).A pesare su questa situazione drammatica anche la mancanza di turisti italiani e stranieri. Solo a giugno si registra un calo di presenze di 10 milioni di persone e a luglio un italiano su quattro non è partito per le vacanze. E’ quanto emerge dal bilancio della Coldiretti per il mese che inaugura la stagione estiva con le stime fortemente negative anche secondo Federalberghi. Non solo. Il crollo delle attività di bar, trattorie, ristoranti, pizzerie e agriturismi ha un effetto negativo a valanga sull’agroalimentare nazionale, con una perdita di fatturato di almeno 3 miliardi per i mancati acquisti in cibi e bevande solo nell’estate 2020.Nel Lazio la situazione non cambia e Unioncamere registra anche un calo di nuove aziende iscritte tra marzo e maggio, pari a 5.056 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Una battuta d’arresto del 47% delle imprese, che avrebbero dato nuovo impulso proprio nel settore della ristorazione e del turismo.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Lavoro, tasso di occupazione delle donne con figli al 58,6%

Il tasso di occupazione delle donne con figli è pari al 58,6%, quello degli uomini …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *