Aidp, il 39% delle aziende fa uso abituale dell’intelligenza artificiale

L’utilizzo dell’Intelligenza artificiale si sta diffondendo con percentuali significative anche nelle aziende e nell’ambito della gestione delle risorse umane. Il dato è confermato da una survey lanciata sul tema dall’Aidp – Associazione Italiana per la Direzione del Personale – tra i propri iscritti, composti da direttori del personale e i professionisti del settore, e che è stata presentata al 53° Congresso Nazionale dell’Aidp a Montesilvano. All’indagine, curata dal Centro Ricerche guidato dal professor Umberto Frigelli, hanno risposo ben 621 professionisti.

Il 39% delle aziende afferma di fare un uso abituale dell’intelligenza artificiale nell’ambito delle proprie attività, contro il 61% dei rispondenti che ha risposto negativamente. Il 48% prevede di introdurre entro il prossimo anno sistemi di IA. Il 27%, delle aziende, inoltre, ha dichiarato di aver acquistato un’app di intelligenza artificiale. Chat GPT rimane. Allo stato, la più nota e diffusa (72%), ma cresce anche l’utilizzo di Microsoft Copilot (45%) seguita da Gemini (11,2%). Rispetto ai tradizionali ambiti di attività della gestione delle persone, prevale un utilizzo dell’IA nelle attività di formazione (30,5%), di selezione e reclutamento (30%) seguite a distanza da valutazione della performance (7,5%) e gestione amministrativa delle posizioni dei dipendenti (7,5%). Più in generale, inoltre, l’IA viene utilizzata anche per creare testi (60%), realizzare presentazioni (42,2%), automatizzare compiti ripetitivi (40%), analizzare grandi volumi di dati (23,5%) e per fare ricerche (19%).

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Inps, 700 mila domande accolte per l’Assegno di inclusione

Al 30 giugno 2024 sono state accolte quasi 700mila domande relative all’Assegno di inclusione (Adi), …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *