Bankitalia, resta elevato il divario di ricchezza tra uomini e donne

Resta elevato il divario di ricchezza tra uomini e donne in Italia secondo uno studio compiuto da Bankitalia. Si è comunque registrata una riduzione negli ultimi anni. Le informazioni sono contenute in un ‘Occasional paper’ della Banca d’Italia curato da Giovanni D’Alessio, secondo cui il cosiddetto sesso forte ha una ricchezza media netta maggiore di circa il 25% rispetto a quella delle donne. Un ‘gap’, sottolinea l’autore, piu’ che doppio rispetto al 12% registrato in Francia nel 2010.
 Nel dettaglio, la distanza nella ricchezza è molto più ampia per le attività finanziarie (35%) rispetto a quelle immobiliari (15%). Tra le coppie, sposate o di fatto, le differenze sono ancora più larghe e il gap arriva al 50% nella ricchezza netta e al 43% per il real estate. Il divario si riduce tra i giovani, mentre tende a crescere oltre i 40 anni. A pesare sono anche i trasferimenti ereditari, spesso maggiormente favorevoli agli uomini. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Pil, l’Istat alza la stima al 6,7 per cento e cala l’indebitamento delle Amministrazioni Pubbliche

Nel 2021 il tasso di variazione del Pil in volume è pari a +6,7%, con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.