Confcommercio rivede stime Pil, +1,3% in 2017

La Confcommercio rivede le stime sul Pil, passando dal +1,1% al +1,3% per il 2017 e da +0,8% a +1,2% per il 2018, mentre il dato del 2019 resta invariato a +1,2%. E’ quanto ha reso noto l’Ufficio Studi al Forum Conftrasporto. Secondo il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli “possiamo parlare di ripresa, ma purtroppo lenta e parziale, i rialzi danno un segnale ancora debole e lontano dal ritmo del 2% necessario per riassorbire la disoccupazione, diminuire la poverta’ e per riprendere le attivita’ produttive”

“In ogni caso – ha proseguito Sangalli – nel valutare le prospettive economiche dell’Italia la cautela e’ d’obbligo” in quanto “i consumi non sono ancora avviati lungo un sentiero di crescita robusta, la ripresa e’ complessivamente piu’ lenta rispetto a quanto sperimentato dai nostri partner internazionali e il nostro debito pubblico ci espone a rischi di shock negativi sui rendimenti, con costi potenzialmente rilevanti sul fronte delle uscite pubbliche”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Pil, l’Istat alza la stima al 6,7 per cento e cala l’indebitamento delle Amministrazioni Pubbliche

Nel 2021 il tasso di variazione del Pil in volume è pari a +6,7%, con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.