Fatturato del manifatturiero a 1.170 miliardi

Tocca i 1170 miliardi di euro il fatturato manifatturiero italiano nel 2023. Il dato emerge dal rapporto analisi dei settori industriali, di Intesa Sanpaolo e Prometeia. Il fatturato a prezzi correnti, in crescita tendenziale dell’1%, potrà superare questa cifra a fine anno, 260 miliardi di euro in più rispetto al 2019. In particolare si dovrebbe chiudere il 2023 con un livello di fatturato stabile a prezzi costanti (+0,4% tendenziale), consolidando così i progressi del biennio precedente (+9,1% la crescita media annua nel 2021-22). Stando al rapporto, la distensione del contesto operativo interno e internazionale, grazie anche al rientro dell’inflazione, permetterà al manifatturiero italiano di tornare a crescere a ritmi più vivaci di quelli degli ultimi decenni (1,3% medio annuo nel 2024-27 a prezzi costanti e 2% a prezzi correnti). Cruciale, secondo questa analisi, sarà il contributo dell’export, che nel 2023, per la prima volta, supererà la soglia del 50% sul totale del fatturato. Grazie alla buona capacità dell’industria italiana di servire nicchie a elevato valore aggiunto, l’avanzo commerciale continuerà a crescere verso un nuovo record, superando i 110 miliardi di euro nel 2027. Sul fronte interno, i fondi del Pnrr sosterranno il ciclo degli investimenti, controbilanciando l’andamento meno brillante dei consumi, penalizzati dall’erosione dei redditi reali imposta dall’inflazione, soprattutto nel 2023 e, nel medio termine, dai cambiamenti nelle abitudini di spesa, conseguenti anche al progressivo invecchiamento della popolazione. Fra i settori più dinamici nel 2023 e nel medio termine ci sono elettrotecnica, meccanica, elettronica e autoveicoli e moto. Seguono i settori che più di altri potranno cogliere le opportunità di crescita sui mercati esteri: sistema moda, farmaceutica e largo consumo. In fisiologico rallentamento, i prodotti e materiali da costruzione e gli intermedi chimici, sensibili alla domanda edilizia, e i settori produttori di beni destinati all’ambiente domestico, come mobili ed elettrodomestici.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Lavoro, tasso di occupazione delle donne con figli al 58,6%

Il tasso di occupazione delle donne con figli è pari al 58,6%, quello degli uomini …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *