Istat, a novembre +494mila occupati sull’anno

A novembre 2021 gli occupati sono cresciuti di 64mila unita’ su ottobre e di 494mila unita’ su novembre 2020. Lo rileva l’Istat sottolineando che l’occupazione e’ cresciuta di 700mila unita’ su gennaio 2021 mentre e’ ancora inferiore al periodo pre pandemia (febbraio 2020) di 115mila unita’. La crescita dell’occupazione sul mese (+0,3%) ha riguardato uomini e donne, dipendenti a termine e autonomi, persone tra i 25-34 anni e ultra 50enni. Il tasso di occupazione sale al 58,9% (+0,2 punti). A novembre “prosegue la crescita dell’occupazione osservata nei 2 mesi precedenti, facendo registrare in 3mesi un aumento di quasi 200mila occupati”.

Confrontando il trimestre settembre-novembre 2021 con quello precedente (giugno-agosto), si osserva un livello di occupazione piu’ elevato dello 0,3%, con un aumento di 70mila unita’. La crescita dell’occupazione registrata nel confronto trimestrale si associa alla sostanziale stabilita’ del numero di persone in cerca di occupazione e alla diminuzione di quello degli inattivi (-0,8%, pari a -110mila unita’). “A seguito della ripresa dell’occupazione, osservata tra febbraio e giugno e a partire da settembre 2021, sottolinea l’Istat. il numero di occupati a novembre 2021 e’ superiore a quello di novembre 2020 del 2,2% (+494mila unita’); l’unica variazione ancora negativa si registra per i lavoratori tra i 35 e i 49 anni, ma solo per effetto della componente demografica. Il tasso di occupazione – in aumento di 1,6 punti percentuali sull’anno – sale infatti per tutte le classi di eta’ e si fissa nel complesso al 58,9%. Rispetto a novembre 2020, diminuisce sia il numero di persone in cerca di lavoro (-2,2%, pari a -53mila unita’), sia l’ammontare degli inattivi tra i 15 e i 64 anni (-4,6%, pari a -633mila), valore quest’ultimo che era aumentato in misura eccezionale all’inizio dell’emergenza sanitaria. Rispetto ai livelli pre-pandemia (febbraio 2020), commenta l’Istituto, il numero di occupati e’ ancora inferiore di 115 mila unita’, ma il tasso di occupazione, pari al 58,9%, e’ superiore di 0,2 punti, quello di disoccupazione e’ sceso dal 9,7% al 9,2% e il tasso di inattivita’, al 35%, e’ ancora superiore di 0,2 punti.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Un italiano su cinque in zona arancione

Per l’avanzare dei contagi un italiano su cinque (20%%) per un totale di 11,7 milioni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *