Istat, produzione industriale a dicembre in calo dell’1 per cento, +4,4 per cento annuo

A dicembre 2021 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione industriale diminuisca dell’1,0 per cento rispetto a novembre. Nella media del quarto trimestre il livello della produzione cresce dello 0,5 per cento rispetto al trimestre precedente. Lo ha rilevato l’Istat. L’indice destagionalizzato mensile cresce su base congiunturale solo per l’energia (+0,1 per cento), mentre diminuisce per i beni intermedi (-0,5 per cento), i beni di consumo (-1,0 per cento) e i beni strumentali (-2,2 per cento). Corretto per gli effetti di calendario, a dicembre 2021 l’indice complessivo aumenta in termini tendenziali del 4,4 per cento (i giorni lavorativi di calendario sono stati 22, contro i 21 di dicembre 2020). Incrementi rilevanti caratterizzano i beni di consumo (+10,4 per cento) e l’energia (+8,9 per cento); piu’ contenuta e’ la crescita per i beni intermedi (+2,1 per cento) e i beni strumentali (+0,3 per cento). I settori di attivita’ economica che registrano gli incrementi tendenziali maggiori sono la produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (+25,4 per cento), l’industria del legno, della carta e stampa (+18,7 per cento) e la fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (+16,5 per cento). Flessioni si registrano nelle attivita’ estrattive (-13,9 per cento), nella fabbricazione di mezzi di trasporto (-3,7 per cento) e nella metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (-3,4 per cento).

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Un italiano su due (50%) ha deciso di trascorrere Ferragosto fuori casa

Un italiano su due (50%) ha deciso di trascorrere Ferragosto fuori casa mettendosi in viaggio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.