Parte “beIt”, campagna straordinaria per promuovere il Made in Italy

BeIT e’ la “prima campagna di ‘nation branding’ mai realizzata per l’Italia, con un approccio nuovo, che si distingue da quanto fatto sinora. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, presentando oggi la campagna di comunicazione straordinaria a sostegno del Made in Italy – “Italy is simply extraordinary: beIT” – che prende avvio oggi in tutto il mondo. Il ministro ha citato nel suo intervento coloro che si sono impegnati per l’ideazione e la realizzazione della campagna, in particolare l’ambasciatore Lorenzo Angeloni, che con la Direzione generale per la Promozione del Sistema paese coordina questo importante esercizio per il ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, il presidente di Ice-Agenzia, Carlo Ferro, e il direttore generale, Roberto Luongo. Il ministro ha accolto anche Franco Pomilio, Vincenzo Boccia e Riccardo Maria Monti, i vertici del raggruppamento temporaneo di imprese che ha sviluppato e condurra’ la campagna, guidato da Pomilio Blumm con la partecipazione di Triboo Digitale, Triboo Mediahouse e Lventure Group.

“Si tratta di una campagna di nation branding mai realizzata prima per l’Italia, con un approccio nuovo, più complesso, ambizioso che vuole raccontare al pubblico internazionale l’Italia di oggi a 360 gradi”, ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio alla presentazione. “Vogliamo fare capire chi siamo prima ancora di cosa produciamo e sappiamo fare. Abbiamo scelto sei valori per raccontare l’Italia e gli italiani: attraverso la creatività, di cui l’Italia è motore a livello mondiale, il filo rosso che lega le nostre eccellenze, la passione, la tradizione e l’innovazione, lo stile, e la diversità”

La campagna è a partenza immediata, dail 29 novembre 2021, e durerà sino ad agosto 2022, articolandosi in due fasi. La prima sarà incentrata sul racconto dei “valori” che identificano l’Italia: creatività, passione, tradizione, stile, innovazione e diversità. La seconda fase vedrà l’attivazione di campagne mirate (cd. “declinazioni verticali”), volte a promuovere le filiere produttive del Made in Italy. La fase valoriale si articolerà da novembre 2021 a marzo 2022; le campagne verticali saranno attive da marzo ad agosto 2022. L’ambasciatore Lorenzo Angeloni, direttore generale per la Promozione Paese alla Farnesina, ha spiegato che “la campagna cade in un momento propizio perché l’export è in aumento rispetto al 2019, con dati record”. “L’impatto della campagna dipenderà da come sapremo coniugare l’offerta di Italia che spesso è occasionale e a volte disordinata e che la campagna deve portare a essere sistemica ed esaustiva con la domanda di Italia, anche quella ancora inespressa, che va intuita”. Il presidente della Luiss Guido Carli, Vincenzo Boccia, ha ricordato il contributo dell’università nel progetto: “Il racconto ha una capacità che va oltre al comunicazione e la Luiss c’è perché è parte di questa filiera e mette a disposizione l’analisi dei dati, l’accademia e lo studio delle potenzialità dell’Italia all’estero. La Luiss cerca di contribuire con orgoglio a un progetto per la crescita dell’export, un’operazione nell’interesse di tutti”.

Prima del lancio avvenuto oggi alla Farnesina, il teaser della campagna aveva iniziato a circolare, grazie all’impegno di Ice Agenzia, nel corso di alcuni eventi, in particolare legati allo sport, ha spiegato il presidente dell’Ice Carlo Ferro. “Lo sport è un testimone dell’Italia nel mondo, ha un grande richiamo, è un grande veicolo di promozione integrata. Il teaser è stato mostrato al Gran premio di moto Gp di Misano e a Dubai, e ha già 400 milioni di visualizzazioni”. La campagna si svilupperà principalmente sui canali digitali e prevederà la costruzione di una nuova identità visuale e linguistica per il complesso dell’attività di promozione dell’Italia nel mondo, di piattaforme e “landing pages” dedicate, profili sociali e contenuti originali (testi, audio e video) che verranno creati durante l’intero arco della campagna. La campagna avrà anche una declinazione “verde”, in collaborazione con la società italiana Treedom, ha spiegato Irma Domini, Institutional Communication Expert and Contract Manager presso Pomilio Blumm, parlando delle 19 lingue di traduzione e dei vantaggi della campagna “digital first” sia nella profilazione, sia nella risposta immediata ai contenuti.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Aiuti di Stato, l’8 per cento dei fondi all’Abruzzo

Con 2.578.052 domande presentate, per un importo globale di circa 221 miliardi, il dettaglio degli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *