Piste ciclabili in aumento, la mappa delle città italiane

La crescita regolare e sostenuta delle piste ciclabili, osservata negli ultimi anni, prosegue anche nel 2020, con un incremento del 5,3% rispetto all’anno precedente (+20,7% dal 2015). Lo rileva l’Istat nel report ‘Ambiente urbano – anno 2020′, secondo cui lo sviluppo complessivo delle piste raggiunge quasi 5mila km nell’insieme nei Comuni capoluogo, circa due terzi dei quali dispongono di almeno 10 km di ciclovie (fra questi, tutti i capoluoghi metropolitani tranne Reggio di Calabria, Catania e Cagliari). Benche’ la crescita sia leggermente piu’ intensa nel Centro-sud (+6,1%), il divario territoriale resta molto ampio, con una dotazione particolarmente carente nelle grandi citta’ del Mezzogiorno. Oltre il 70% della rete si concentra infatti nelle citta’ del Nord, dove la densita’ raggiunge 61,1 km per 100 km quadrati di superficie territoriale contro i 25,5 della media dei capoluoghi: quasi quattro volte il valore medio del Centro (16,1) e piu’ di dieci volte quello del Mezzogiorno (5,8). La densita’ della rete e’ mediamente piu’ alta nei capoluoghi metropolitani (38,1 km per 100 km quadrati, contro i 22,6 degli altri capoluoghi), ma le differenze fra le grandi citta’ sono ancora piu’ ampie di quelle che si osservano fra le ripartizioni: le densita’ piu’ elevate si rilevano a Torino e Milano (149,9 e 161,3 km di piste ciclabili per 100 km quadrati, rispettivamente), seguite da Bologna e Firenze con 110 e 91,5 km per 100 km quadrati. All’estremita’ opposta si collocano, invece, Genova, Reggio di Calabria, Messina e Catania, con densita’ molto inferiori alla media dei comuni capoluogo

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Sondaggio, l’88 per cento degli under 14 usa i social network

Una ricerca effettuata dal Dipartimento di Scienze Umane, Sociali e della Salute dell’Università di Cassino …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *