Unc: a novembre frutta, olio d’oliva e alimenti per bambini guidano i rincari

L’Unione Nazionale Consumatori ha elaborato i dati Istat dell’inflazione di novembre resi noti settima scorsa per stilare le top ten dei rincari e dei ribassi mensili per quanto riguarda i Prodotti alimentari e le bevande analcoliche, ossia quelli maggiormente interessati dal Trimestre anti-inflazione. Per la top ten dei rialzi mensili alimentari al primo posto la frutta fresca con un aumento del 4,4% su ottobre 2023. Al 2° posto l’olio di oliva con un incremento del 3%. Medaglia di bronzo per gli alimenti per bambini che in un solo mese balzano del 2,9%. Al 4° posto il burro (+2,1%), poi pasta sfoglia e brisée (+2%), acque minerali (+1,7%), al settimo posto la pasta (fresca, secca e preparati di pasta) che decolla in appena un mese dell’1,6%. Seguono latte conservato, yogurt e gelati (tutti a +1,1%) e piatti pronti (+1%). Chiudono la top ten la carne di coniglio e di cavallo e i vegetali secchi, entrambi a +0,9%.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Osservatorio EY sul turismo, cresce l’interessa a combinare vacanza e lavoro

 La nuova edizione dell’Osservatorio EY Future Travel Behaviours, giunto alla sua quarta edizione, analizza come …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *