Aree interne, Castelli: ripopolarle per contrastare la crisi climatica

“Quella demografica e’ una grande questione italiana ed europea. Nell’area del Cratere, siamo chiamati ad affrontarla con ancora maggiore sollecitudine e organicita’ nella misura in cui la ricostruzione post terremoto costituisce un’urgenza che impone di sviluppare una visione”. Lo ha dichiarato Guido Castelli, Commissario straordinario del governo per la ricostruzione Sisma 2016, chiudendo i lavori di ‘A Cesare e a Dio’, l’evento organizzato dalla Fondazione Magna Carta all’Aquila per discutere di demografia e aree interne. “Grazie alle risorse del Fondo complementare sisma e Next Appennino – ha aggiunto – stiamo sviluppando una strategia che si basa sulla forte interrelazione tra clima e demografia. Contrastare la crisi demografica e’ infatti una delle risposte che l’Italia puo’ e deve dare a quelli che sono gli effetti catastrofali della crisi climatica. Questo perche’ le alluvioni e i grandi disastri idraulici sono le conseguenze dirette e indirette dell’abbandono delle aree appenniniche”. “Quindi mentre favoriamo il ripopolamento degli Appennini, dissuadendo le persone che vogliono andare via dal farlo e favorendo chi vuol tornare, contribuiamo anche a dare una risposta importante a livello italiano alla crisi climatica”, ha osservato ancora Castelli.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Api, zafferano e microdistillerie, il Consiglio regionale premia le migliori idee di impresa nel Parco d’Abruzzo

Quattordici progetti vincitori, due menzioni speciali e ventottomila euro di premialità erogati. Si chiude con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *