Centrodestra replica alle critiche: I fondi del Masterplan Abruzzo sono salvi

“I fondi del Masterplan Abruzzo sono salvi e con essi anche le 22 opere che il centrosinistra considera cancellate. Cosi’ come il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha gia’ ampiamente spiegato nel corso della conferenza stampa svoltasi ieri, anche la realizzazione della rete irrigua del Fucino, la riqualificazione delle aree di risulta a Pescara, e le altre opere inserite nel cosiddetto Masterplan non sono a rischio. I cento milioni di euro verranno restituiti su un nuovo programma, complementare, gestito interamente dallo Stato. Tutti i programmi europei non si fermano, le spese continueranno ad essere programmate ed attuate. Per accedere a fondi da spendere sul territorio attraverso le leggi Cura Abruzzo lo Stato ha dato come unica possibilita’ di prendere i fondi Masterplan, quelli per lo sviluppo e la coesione. Il Dipartimento della Coesione, retto dal Pd con il ministro Provenzano, ha detto che l’importo di 390 milioni, piu’ della meta’ dell’intero Fsc, sarebbe stato tagliato perche’ le opere previste al 31 dicembre scorso non raggiungevano il termine di legge per l’apertura del cantiere. Perche’ i consiglieri di centrosinistra non hanno avuto il coraggio di ammettere questo? All’avvento del centrodestra in regione Abruzzo il Masterplan era fermo e incagliato nella quasi totalita’ delle azioni. A fine 2018 c’era stata una spesa di 35 milioni. In 12 mesi ne sono stati spesi 49,5, dimostrando una grande spinta e accelerazione”, cosi’ in una nota i capigruppo del centro destra in Regione Abruzzo

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Fina (Pd): il centrodestra arretra anche in Abruzzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *