Chieti, appello sul futuro del Policlinico

Il Comitato cittadino per la salvaguardia e il rilancio di Chieti scende in campo per “difendere” il policlinico SS Annunziata e lancia un appello ai consiglieri comunali “a mettere da parte le casacche dei rispettivi schieramenti partitici, a superare le divisioni ideologiche e le sterili polemiche da campagna elettorale per trovare una linea comune in difesa della nostra collettivita’ e delle sue esigenze che nel campo della sanita’ si identificano con quelle di un piu’ ampio territorio”: cio’ in vista della seduta straordinaria del Consiglio Comunale di Chieti sulla sanita’ in programma lunedi’ 27 giugno. Il Comitato teme infatti il depotenziamento del nosocomio teatino, se dovessero passare le osservazioni ministeriali al piano regionale ospedaliero che prevede quattro Dea di 1 livello, comprese le strutture che attengono alle discipline piu’ complesse, per Chieti, L’Aquila, Pescara e Teramo, e nessun Dea di 2 livello. “Ma da Roma – dicono dal Comitato – si insiste per un Dea di secondo livello che, stando a voci trapelate o messe in giro ad arte, dovrebbe essere quello di Pescara, con conseguente ridimensionamento di fatto degli altri nosocomi”. Secondo il Comitato, che ricorda come la precedente Giunta regionale, con delibera del 27 maggio 2017, avesse previsto un Dea funzionale di 2 livello Chieti-Pescara “che rimase pero’ sulla carta, al pari di un consimile Dea L’Aquila-Teramo”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Nuova Pescara, il sindaco Masci inviata a non rallentare l’iter

Il sindaco di Pescara Carlo Masci ha scritto una lettera aperta invitando a non rallentare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.