Chieti, approvato il bilancio

Il Consiglio comunale di Chieti ha approvato la notte scorsa con i voti della maggioranza di centro destra, ed alcuni astenuti nello stesso schieramento, il Bilancio di previsione, per la cui quadratura sono stati necessari ”tagli” per circa 4 milioni di euro che comporteranno fra l’altro la messa in vendita di una delle tre farmacie comunali, la privatizzazione dei quattro asili nido d’infanzia e del servizio di trasporto scolastico e un taglio del 15% delle e spese destinate ai servizi sociali. Il Consiglio, che era iniziato nel primo pomeriggio di ieri, ha anche approvato il bilancio pluriennale 2018-2020 e il programma di investimenti dell’Azienda Speciale Multiservizi Chieti Solidale, il bilancio di previsione 2018-2020 del Teatro Marrucino, il Documento Unico di programmazione e il programma triennale delle opere pubbliche.

”Con l’approvazione del bilancio di previsione e la nota di aggiornamento al Dup in Consiglio Comunale si dà vita al futuro della città di Chieti: i circa 40 milioni di euro di opere pubbliche presenti nel piano triennale consentiranno alla nostra città di diventare realmente una tra le più attente alle politiche ambientali e tra le più moderne sotto il profilo del trasporto pubblico rilanciando l’accessibilità del centro storico con nuove infrastrutture”’- ha detto il sindaco Umberto Di Primio. I consiglieri che ieri hanno espresso il proprio voto favorevole al Bilancio, pur in un momento così difficile in cui sono stati necessari dei tagli a causa degli 8 milioni in meno di trasferimenti – prosegue Di Primio – potranno dire di aver condiviso con la Giunta l’onere di realizzare una delle pagine più importanti della città grazie alle ingenti opere che verranno realizzate. Premesso ciò è chiaro a tutti che la road map è appena iniziata, in quanto bisognerà dare seguito a tutti gli atti previsti nel Dup, dalla gestione dei parcheggi, all’esternalizzazione degli asili nido comunali, dalla trasformazione della ragione sociale dell’azienda Chieti Solidale alla vendita della farmacia comunale, che se da una parte ci consentono di tenere i conti del Comune in sicurezza, dall’altra ci danno la possibilità di iniziare ad investire le risorse economiche per le grandi opere. Ai consiglieri che ieri si sono astenuti dal votare, per un solo voto di maggioranza è mancata la immediata eseguibilità”

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Audizione del Garante per l’Infanzia dell’Abruzzo in Commissione Parlamentare

Si è tenuta nei giorni scorsi l’audizione della Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Regione Abruzzo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *