Chieti, minoranza in piazza chiede le dimissioni del sindaco

Protesta in piazza Valignani a Chieti, davanti alla sede del Comune, organizzata dai gruppi di minoranza di centro sinistra e dal Movimento 5 stelle al Comune per chiedere le dimissioni del sindaco Umberto Di Primio. I partecipanti, un centinaio, hanno mostrato volantini con la scritta “dimettiti”, ed hanno utilizzato fischietti e trombe da stadio per contestare il primo cittadini che peraltro a quell’ora non era in Comune. Fra i partecipanti alla manifestazione l’ex sindaco di centro sinistra Francesco Ricci e uno degli assessori della sua giunta, Valter De Cesare. “Questa e’ una manifestazione per la citta’ che vorrebbe avere un regalo di Natale che e’ quello di una giunta efficiente, in grado di amministrare: cosa che la Giunta Di Primio non sa fare come e’ sotto gli occhi di tutti – ha detto Enrico Raimondi, capogruppo de l’Altra Chieti. Sarebbe il caso di mettere fine a questa esperienza amministrativa. Abbiamo raccolto la sofferenza di tanti cittadini che in questo periodo di Natale hanno visto una citta’ che non partecipa al Natale: le luminarie messe solo due giorni fa dopo le nostre pressioni citta’ ma il problema e’ di una citta’ lasciata all’abbandono senza una prospettiva, senza un’idea di sviluppo, senza un’identita’”. Per Ottavio Argenio (M5S) ”l’iniziativa e’ nata dalla protesta popolare piu’ che dall’iniziativa politica. Evidentemente le persone di Chieti sono stanche di come Umberto Di Primio sta amministrando questa citta’ ormai da quasi 8 anni, senza aver dato mai alcun segnale di svolta”. Secondo Alessio Di Iorio, vice capogruppo del Pd in Consiglio comunale ”e’ sotto gli occhi di tutti come e’ stata ridotta questa citta’ negli ultimi sette anni. Tutti i negozi chiusi – ha detto Di Iorio- , non ci sono state le luminarie e oltre a questo la citta’ di Chieti sta avendo un degrado pazzesco che e’ sotto gli occhi di tutti. Noi non abbiamo piu’ voglia di stare a discutere con questo sindaco perche’ abbiamo capito di che pasta e’ fatto. Ci aspettavamo maggior partecipazione, ma e’ anche vero che oggi e’ 23 dicembre: ringraziamo i presenti e quelli che non sono venuti che non sono presenti per motivi personali”. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Audizione del Garante per l’Infanzia dell’Abruzzo in Commissione Parlamentare

Si è tenuta nei giorni scorsi l’audizione della Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Regione Abruzzo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *