Ciapi, appello del sindaco di Chieti Ferrara alla Regione Abruzzo

Un appello alla Regione affinche’ si adoperi per evitare il licenziamento degli ultimi dieci dipendenti rimasti ancora in carico al Ciapi di Chieti, ente di formazione regionale in liquidazione , arriva dal sindaco di Chieti Diego Ferrara e dalla consigliera Giulia De Gregorio che il 27 luglio scorso erano stati ricevuti a Pescara dall’assessore regionale Pietro Quaresimale. “Durante il nostro incontro abbiamo portato all’attenzione dell’assessore una proposta concreta e possibile, che veniva peraltro prospettata al Ciapi e ai sindacati anche dal Direttore dell’Attivita’ Amministrativa della Regione in precedenti incontri, con la possibilita’ di una soluzione proveniente da un disegno di legge regionale giacente in Consiglio, che avrebbe potuto rendere praticabile la ricollocazione del personale presso Enti della Regione Abruzzo o il riconoscimento di un indennizzo – aggiungono Ferrara e De Gregorio.Come Amministrazione abbiamo richiesto all’assessore Quaresimale di prendere immediatamente contatti con il suo dirigente, per procedere con questo percorso, ma fino ad oggi non solo nulla e’ successo, nonostante in questi mesi abbiamo ripetutamente sollecitato la segreteria dell’assessore in tal senso senza ricevere buone nuove sull’incontro. Sarebbe interessante sapere cosa blocca la Regione o, meglio, cosa stia facendo per risolvere positivamente la situazione del Ciapi, visto che non ha fatto mancare sostegno e corposi finanziamenti ad altri centri di formazione, come Abruzzo Engineering, per cui la Regione stanziera’ 400.000 euro. E’ arrivato il momento di dire la verita’ sulla volonta’ di intraprendere azioni positive perche’ la vicenda si risolva e agire di conseguenza. Il 15 ottobre, termine ultimo per la cassa integrazione, queste persone si vedranno recapitare da parte del commissario liquidatore Di Natale, le lettere di licenziamento. E’ l’ennesima delusione – concludono sindaco e consigliera – ma anche una nuova e brutta pagina nella storia di lavoratori che chiedono solo di poter esprimere ancora le proprie competenze e non hanno avuto attenzioni e legittime risposte”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Orientamento studenti, accordo Regione – Università

Orientare i giovani, intesa tra Regione Abruzzo e le universita’ di Teramo e Chieti -Pescara: …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *