Consegnate 21 casette a Cortino

‘Ci stiamo movendo su questa ricostruzione con la stessa determinazione che ha il montanaro che sa che deve andare in salita, che deve far fatica, che deve scegliere il passo giusto ma che deve a tutti i costi arrivare in vetta e noi a tutti i costi dobbiamo far partire una ricostruzione buona”. Cosi’ il Commissario alla ricostruzione Paola De Micheli, intervenuta a Cortino, alla consegna delle chiavi di 21 Soluzione abitative di emergenza ad altrettante famiglie che dal sisma di quest’anno ha avuto la casa inagibile. ”Noi adesso abbiamo introdotto una serie di semplificazioni anche nella ricostruzione privata – ha detto la De Micheli – su quella pubblica abbiamo ulteriormente stanziato delle risorse, e tra l’altro per l’Abruzzo due volte, sia per il 2009 che per il 2016-2017. Credo che le istituzioni titolate a fare le gare gia’ a gennaio potranno attivare le progettazioni per poter utilizzare questi soldi e utilizzarli al meglio. L’obiettivo e’ quello di aprire i cantieri, quelli pubblici e soprattutto delle scuole che sono il nostro primo obiettivo e piu’ cantieri privati possibili. La ricostruzione leggera e’ possibile senza grande sforzi, considerato che ogni costo e’ coperto dallo Stato al 100 per 100”. 

Con le 21 di oggi sale a 111 il numero complessivo delle casette consegnate nel cratere teramano: oltre a Cortino, ce ne sono adesso 49 a Torricella, 36 a Tossicia, 5 a Rocca Santa Maria, e altre 6 sono in arrivo a Basciano e Crognaleto. Alla cerimonia di consegna degli alloggi, oltre al Commissario De Micheli, sono intervenuti il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, il sottosegretario alla presidenza della Regione con delega alla Protezione Civile, Mario Mazzocca, i parlamentari Tommaso Ginoble e Stefania Pezzopane

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Parco regionale Sirente Velino, le attività di rilancio

“Un salto di qualità importante che pone il Parco in una dinamica completamente diversa dove …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *