Crisi idrica, il sindaco Masci scrive al presidente Aca

Con il perdurare della crisi idrica in diverse zone di Pescara, il sindaco Carlo Masci ha scritto al presidente dell’Azienda consortile acquedottistica (Aca), Giovanna Brandelli, e al direttore tecnico Aca, Lorenzo Livello, chiedendo anche un report dettagliato sulle problematiche e un calendario sul programma di interventi per scongiurare ‘il ciclico manifestarsi di mancanza di acqua’ necessaria sia a scopo alimentare che sanitario. “La situazione è causa di enorme frustrazione per il sottoscritto e per l’intera amministrazione comunale, costretti a registrare anche quest’anno reclami e forti lagnanze dei residenti e di chi visita Pescara, ormai esausti per i continui disservizi che già in troppe circostanze ho segnalato all’Aca senza che mi venissero in alcun modo rese note ipotesi di soluzione definitiva e in tempi brevi – è scritto nella nota inoltrata ai vertici dell’azienda che gestisce il servizio idrico – Queste inefficienze riguardano certamente l’intera provincia e parte di Chieti, ma Pescara, per le particolari caratteristiche urbanistiche e del territorio, paga effetti ancor più rilevanti” ha concluso il primo cittadino

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Protezione civile, siglato accordo di collaborazione tra Agenzia regionale e Direzione marittima di Pescara

La valorizzazione dei rapporti di collaborazione tra la Protezione Civile regionale e la Direzione Marittima …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *