Di Stefano: pronto alle primarie il 16 dicembre

“Se si sposa il programma non ci sono preclusioni di sorta. Legnini e’ un candidato di alto profilo che qualifica la politica abruzzese. Se sara’ avversario politico, come ho detto piu’ volte, sara’ un bene per l’Abruzzo. Spero che l’11 febbraio, il giorno dopo le elezioni, si costituisca un tavolo di primati, cioe’ delle persone che meglio rappresentano le esigenze degli abruzzesi per lavorare insieme per il bene della regione andando oltre gli steccati politici”. Ha risposto cosi’ Fabrizio Di Stefano, attuale candidato presidente per le Civiche d’Abruzzo a margine della conferenza stampa in cui ha annunciato ancora una volta la volonta’ di andare alle primarie con il centrodestra perche’ siano i cittadini a scegliere chi li dovra’ rappresentare auspicando anche una data per il possibile voto: il 16 dicembre. Da giorni si vocifera di un avvicinamento tra il movimento civico che sostiene Di Stefano e quello che ruota intorno alla possibile candidatura dell’ex vicepresidente del Csm Giovanni Legnini. Non parla di accordo possibile Di Stefano, ma afferma di non avere preclusioni in merito riferendosi poi anche ad un avvicinamento post elettorale. 

“Pronto alle primarie. Il 16 dicembre, giorno in cui si dovevano svolgere le elezioni regionali, potrebbe essere la data per far si’ che saranno gli abruzzesi a scegliere il candidato del centrodestra”. La proposta arriva da Fabrizio Di Stefano, gia’ in corsa per la poltrona di Governatore con il sostegno, ad oggi, di 20 liste civiche e 170 comitati nati sul web. Questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, Di Stefano ha spiegato le ragioni per cui le primarie “vadano fatte nel mondo reale e non in quello virtuale”. Il candidato ha mostrato, pc alla mano, come alcuni sondaggi nati sul web per volonta’ di alcune testate giornalistiche “siano manipolabili. Si puo’ votare piu’ volte: basta cancellare la cronologia. Questo e’ un gioco certo da cui comunque mi chiamo fuori. So di alcuni candidati che hanno inviato messaggi a tanti amici per avere un click. Qualcuno, per sbaglio, lo ha mandato anche a me. Il web non e’ la soluzione. Serve la competenza non il nuovismo quando si tratta del futuro di questa regione- ha aggiunto- Esiste una proposta di legge avanzata proprio da Fratelli d’Italia perche’ le primarie diventino elemento statuario: prendiamola e facciamole. Sono pronto a competere con qualunque altro candidato”

 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Scuola dell’infanzia, 19 milioni per il Piano triennale

Via libera della Giunta regionale al Piano triennale di istruzione e educazione per i bambini …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *