Elezioni regionali, i campioni delle preferenze a Pescara

A scrutinio ancora aperto sembrano delinearsi le tendenze sulle preferenze conquistate a livello territoriale. A Pescara per Fratelli d’Italia brillano e sono eletti gli uscenti Luca De Renzis con 4.732 voti e Leonardo D’Addazio (4.490). Più staccato l’assessore comunale di Pescara, Alfredo Cremonese 2.588 che ha perso per un pugno di schede la lotta con l’ex sindaco di Montesilvano, Pasquale Cordoma (2.694).

Per Forza Italia vola oltre quota 8mila (8.822) preferenze il presidente del Consiglio regionale, Lorenzo Sospiri, con dietro Paolo Cilli, vice sindaco di Montesilvano (3.787) e Antonio Zaffiri, ex sindaco di Collecorvino (3.771). Nella Lega Vincenzo D’Incecco supera la barriera dei 5mila voti (5.952) e viene eletto con Daniela Sulpizio a inseguire (3.727) e il presidente del Consiglio comunale di Pescara, Marcello Antonelli a quota 2.185.

Bene la lista del presidente Marsilio con l’assessore comunale di Pescara Gianni Santilli con 2.642 preferenze e l’ex assessore regionale alla sanità Nicoletta Verì (2.559).

Nel Pd Antonio Blasioli viene eletto con 9.934 voti insieme ad Antonio Di Marco con 4.192. A distanza ci sono Leila Kechoud e Graziano Di Costanzo. Oltre 2mila voti e seggio in Consiglio regionale per Erika Alessandrini nel Movimento 5 Stelle mentre Marinella Sclocco, nella lista civica del presidente non raggiunge le 2mila preferenze.

 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Pettinari: emergenza idrica non è più sostenibile

“L’emergenza idrica non è più sostenibile per i tanti anziani, disabili, minori, fragili costretti a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *