Febbo: Riparte almeno il 90% delle imprese abruzzesi

“Riparte almeno il 90% delle imprese abruzzesi e se ripartono molto del merito va a questo Governo regionale. Siamo stati apripista per le altre regioni. Nel rispetto della cabina di regia abbiamo sempre fatto ordinanze di buon senso senza scavalcare nessuno. Le nostre sono state tutte ordinanze di buon Governo che non sono state impugnate”. Cosi’ l’assessore regionale abruzzese Mauro Febbo a L’Aquila nel corso della presentazione degli emendamenti di Forza Italia alla pdl 118 con sui si stanziano complessivamente 53 milioni di euro per sostenere l’economia regionale e che andra’ in discussione tra mercoledi’ e giovedi’ in Consiglio regionale. L’occasione anche per replicare alla capogruppo M5S, Sara Marcozzi che ha ieri accusato il Governo regionale di puntare il dito su quello nazionale, per poi copiare di sana pianta “gli articoli della bozza del dl Rilancio dimenticando di cambiare i riferimenti tra Stato e Regione”. Per Febbo la capogruppo “ascolta solo il vocabolario dei social, dei like e dei selfie” dimostrando “pressappochismo e incompetenza” e “di non conoscere l’iter amministrativo degli atti assunti”. “La Regione non ha copiato nulla”, ha aggiunto precisando: “La nostra proposta di riportare e riprendere la norma numero 28 dalla bozza del decreto Rilancio ha un senso legislativo ed un obiettivo specifico: quello di colmare le lacune e la inettitudine di un Governo che ha fatto solo chiacchiere e promesse. Infatti, se avesse avuto il buon senso e la capacita’ tecnica di leggere la norme avrebbe compreso che una piccola Regione come l’Abruzzo, peraltro in regime di ‘transizione’, cioe’ con minore risorse di quelle in convergenza, mette a disposizione delle attivita’ economiche e delle Partite Iva la bellezza di 1/3 di quello che fa il Governo che utilizza anche il debito in extra deficit”. “Quindi- ha proseguito- mentre il Governo continua ad indebitare gli italiani, noi in Regione Abruzzo immettiamo risorse senza ricorrere ad alcun debito e lo faremo con una sola certificazione ossia, burocrazia zero e senza click day. Il centrodestra abruzzese- ha concluso- non ha bisogno di copiare poiche’ abituato al senso del lavoro, del sacrificio e dell’impegno politico serio e costruttivo e non quello di fare pura spicciola demagogia”. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Fondi UE, Target di spesa raggiunti anche per il 2022

Nella spesa dei Fondi europei – Fesr, Fondo europeo di sviluppo regionale e FSE, Fondo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *