Gran Sasso, il centrosinistra propone la nomina di Marsilio come commissario straordinario

Nominare il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, a commissario per l’emergenza del traforo Gran Sasso. È la proposta avanzata dai gruppi di opposizione Legnini presidente, Partito Democratico e Abruzzo in Comune, alla vigilia della seduta straordinaria del Consiglio regionale in programma alle 12 a L’Aquila. “Solo in questo modo- sostengono- si potra’ garantire sia la funzione di coordinamento quale organo di vertice della Regione che le funzioni commissariali delegate dal Governo centrale. Il presidente della Regione non puo’ essere semplice spettatore delle iniziative necessarie per la soluzione di uno dei problemi piu’ importanti per l’Abruzzo. La galleria del Gran Sasso non puo’ essere chiusa, tagliando in due la nostra Regione. La concessionaria revochi la sua decisione e il ministero delle Infrastrutture esca dall’immobilismo ed intervenga con urgenza”. E tornando su quelli che saranno i temi che porteranno in Consiglio ribadiscono: “Le soluzioni sono gia’ state individuate nella delibera di Giunta regionale del 25 gennaio scorso, presieduta da Giovanni Lolli. Occorre dare attuazione agli interventi in essa previsti, stanziando subito le risorse per 172 milioni, e nominare un Commissario straordinario che dovra’ assicurare la progettazione ed attuazione degli interventi che non sono piu’ rinviabili, senza espropriare delle loro funzioni la Regione , gli enti e i soggetti pubblici locali che devono continuare ad essere protagonisti per garantire sicurezza, celerita’ negli interventi, monitoraggio, partecipazione e trasparenza. La precedente gestione commissariale – aggiunge l’opposizione di centrosinistra – ha di fatto espropriato di qualunque funzione le autorita’ locali, facendo venire meno il potere di controllo coordinamento dalla Regione Abruzzo, non risolvendo i problemi e lasciando non poche opacita’ e difficolta’ a ricostruire gli atti e gli interventi attuati. Per questo chiediamo che il Commissario che dovra’ essere nominato sia individuato nel presidente della Regione Marsilio: solo in questo modo si potra’ garantire sia la funzione di coordinamento quale organo di vertice della Regione che le funzioni commissariali delegate dal Governo centrale. Formalizzeremo tale proposta nel corso del Consiglio regionale straordinario – concludono – da noi richiesto e fissato per domani martedi’ alle ore 12 e sollecitiamo tutti i gruppi di maggioranza e opposizione a sostenerla”. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Ricostruzione, vertice Legnini – Unioncamere

Il punto sugli interventi attuati a favore delle imprese dei territori colpiti dal terremoto del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *