L’Aquila, Marsilio e Quaresimale incontrano il ministro Valditara

“L’attenzione del governo nazionale verso L’Aquila e l’Abruzzo è sempre molto alta testimoniata da questa visita che giunge proprio alla chiusura dell’anno scolastico. Abbiamo riconosciuto e confermato oggi al Ministro, infatti, che stiamo assistendo ad un cambio di passo nel processo di ricostruzione delle scuole post sisma sbloccando finanziamenti e progetti fermi da troppo tempo che si rimpallavano da un ufficio all’altro. Insieme al sindaco e al nuovo capo della struttura tecnica di missione, abbiamo collaborato in maniera costruttiva e oggi siamo in grado di far partire gli appalti che concluderanno il processo di ricostruzione nei prossimi tempi. Il Ministro ha toccato con mano alcuni degli esempi di ricostruzione ben fatta, dove gli studenti tornano a vivere in una scuola sicura, moderna e attrezzata”.

Lo ha detto il presidente della giunta regionale, Marco Marsilio, accompagnando oggi nell’aquilano il ministro dell’Istruzione Giuseppe Valditara, insieme all’assessore con delega all’istruzione, Pietro Quaresimale e al sindaco Pierluigi Biondi. Il Ministro ha fatto visita al pronto soccorso pediatrico del capoluogo, all’ospedale San Salvatore poi, alla scuola primaria ‘Mariele Ventre’ nell’istituto omnicomprensivo ‘Teofilo Patini’ in via Antica Arischia. Successivamente, si è fermato all’asilo nido ‘Parco del Vera’ a Tempera prima dell’incontro finale a San Demetrio ne’ Vestini, sede dell’istituto comprensivo ‘Cesira Fiori’, San Demetrio-Rocca di Mezzo.

Un momento di confronto sulle problematiche quotidiane da affrontare con docenti, presidi, personale amministrativo per avere il polso dei problemi ascoltando chi nella scuola ci lavora tutti i giorni con esigenze che cambiano, dalla scuola primaria, ai licei, agli istituti professionali, dai centri alle periferie.

“È in gioco una partita importante per il futuro delle scuole abruzzesi con i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza destinati all’edilizia scolastica – ha commentato l’assessore regionale Quaresimale – Possiamo così avviare una serie di progetti importanti per far fronte alle esigenze dei Comuni, interventi che vanno dagli asili alle scuole, alle palestre, alle mense e alla manutenzione straordinaria. La presenza del Ministro oggi in Abruzzo è particolarmente significativa in chiusura dell’anno, un segnale importante dell’attenzione di questo governo verso la nostra regione, verso le esigenze legate ad un modello di istruzione che ponga sempre maggiore attenzione sullo studente, sulla realizzazione di edifici nuovi e sull’ammodernamento di quelli già esistenti, specie sotto il profilo ambientale e della connettività”.

“Domani presenterò in Calabria l’Agenda Sud che include interventi anche in Abruzzo e Molise”. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara in visita all’Aquila. “Noi porteremo anche qui un piano straordinario che permetterà a quelle Regioni che hanno risultati inferiori, per quanto riguarda le performance dei loro studenti, rispetto ad altre regioni, di recuperare il divario”. L’Agenda Sud si propone di offrire ai ragazzi delle regioni meridionali dell’Italia le stesse opportunità di successo formativo, contribuendo a colmare il divario tra Nord e Sud in termini di abbandono scolastico e competenze specifiche. Valditara ha confermato che il progetto includerà risorse dedicate. “Lo so che qui in Abruzzo – ha aggiunto – i dati relativi al rendimento sono ottimali e le percentuali di abbandono sono meno significative che altrove, ma non bisogna tralasciare nulla”. Il ministro ha anche ricordato che per la ricostruzione delle scuole sono stati investiti oltre 50 milioni di euro di cui 33 soltanto nel Comune dell’Aquila e circa 16 nel cratere. “Abbiamo anche destinato complessivamente mezzo milione di euro alle scuole dell’Abruzzo – ha aggiunto – con investimenti nelle mense, negli asili, grazie ai soldi del Pnrr”

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

D’Alessandro (Italia Viva): nuova Margherita per un nuovo centro-sinistra

L’assemblea regionale di Italia Viva ha avviato la raccolta di firme per il referendum abrogativo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *