Lollobrigida: continuare a promuovere la piccola pesca e l’acquacoltura in Abruzzo

Continuare a promuovere la piccola pesca e l’acquacoltura in Abruzzo e in Italia attraverso la cultura sostenibile e responsabile, incentivando l’innovazione di sistema e la componente associativa. Lo ha dichiarato il ministro dell’Agricoltura della Sovranità Alimentare e delle Foreste (MASAF) Francesco Lollobrigida, intervenuto in streaming agli Stati generali della Pesca e dell’Acquacoltura in Abruzzo, organizzati a Pescara dal Dipartimento Agricoltura, Servizio Sviluppo Locale ed Economia Ittica della Regione Abruzzo.

“Attraverso la forza della Capitaneria – continua il ministro – degli 800 milioni stanziati, 150 saranno destinati all’efficientamento della logistica dei luoghi portuali, ci sono 12 milioni di euro per il fondo di solidarietà nazionale e circa 9,5 milioni di euro per il Programma triennale della Pesca e Acquacoltura a cui si aggiunge la Misura contro il ‘Caro Carburante’. Siamo progressivamente dando avvio al nuovo fondo FEAMP 2021-2027, strumento che prevede oltre 500 milioni di euro di risorse comunitarie che vanno utilizzate in modo intelligente e funzionale per la valorizzazione di tutti gli aspetti del comparto, e di potenziamento delle peculiarità territoriali. È fondamentale riuscire a sfruttare queste risorse utili per la valorizzazione di tutti gli elementi del comparto. Ci impegneremo per questo e per la tutela di tutta la filiera corta”. Parlando dell’Abruzzo il ministro ha sottolineato che si tratta di “una regione che incarna a pieno il modello della Sovranità Alimentare e che approccia alla pesca in maniera tradizionale, una realtà territoriale legata perlopiù alla piccola pesca costiera e al razionale utilizzo delle risorse locali”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Chieti, formalizzato il passaggio nella gestione dei parcheggi da Teateservizi

Il curatore fallimentare della società partecipata Teateservizi, Guglielmo Flacco, e il dirigente di settore del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *