Otto milioni di euro all’Aquila per la videosorveglianza e la dematerializzazione dei documenti

Otto milioni di euro all’Aquila per la videosorveglianza e la dematerializzazione dei documenti. Il finanziamento giunge dal Fondo complementare del Piano nazionale di ripresa e resilienza al sisma 2009/2016. Lo ha annunciato il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, soddisfatto dell’assegnazione diretta, “che diventa, finalmente, di precisa responsabilità dei territori che hanno il polso della situazione e conoscono le necessità e le urgenze da affrontare”. L’installazione delle video-camere di sorveglianza interesserà il centro storico dell’Aquila e per la dematerializzazione dei documenti cartacei si provvederà alla conversione e conservazione definitiva degli stessi in formato digitale.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Chieti, il sindaco chiede tre punti di rifornimento di acqua con le autobotti

Il sindaco di Chieti, Diego Ferrara, si appresta a chiedere tre punti di rifornimento di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *