Otto milioni di euro all’Aquila per la videosorveglianza e la dematerializzazione dei documenti

Otto milioni di euro all’Aquila per la videosorveglianza e la dematerializzazione dei documenti. Il finanziamento giunge dal Fondo complementare del Piano nazionale di ripresa e resilienza al sisma 2009/2016. Lo ha annunciato il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, soddisfatto dell’assegnazione diretta, “che diventa, finalmente, di precisa responsabilità dei territori che hanno il polso della situazione e conoscono le necessità e le urgenze da affrontare”. L’installazione delle video-camere di sorveglianza interesserà il centro storico dell’Aquila e per la dematerializzazione dei documenti cartacei si provvederà alla conversione e conservazione definitiva degli stessi in formato digitale.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Caro pedaggi e messa in sicurezza delle autostrade A24 e A25, protesta dei sindaci al Ministero

Una delegazione dei 117 sindaci e amministratori di Abruzzo e Lazio ha manifestato nel piazzale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *