Pescara, il Sindaco firma l’ordinanza per gli orari dei locali

Il sindaco di Pescara, Carlo Masci, ha firmato l’ordinanza per regolare gli orari di chiusura di bar, ristoranti e locali. Il provvedimento, che dispone orari diversi in base alle zone, sara’ in vigore da venerdi’ 11 giugno al 7 luglio; oggi e domani, dunque, non ci saranno limitazioni di orario. Nell’ordinanza viene anche inserito il “divieto di stazionamento degli avventori nelle immediate vicinanze delle attivita’ di somministrazione di alimenti e bevande dopo la chiusura delle stesse”.

Contro le nuove misure si sono schierati gli operatori e le associazioni di categoria, che, vista l’emergenza economica dovuta alla pandemia, chiedevano di evitare limitazioni orarie cosi’ da favorire la ripartenza. In particolare, nel distretto food and beverage di piazza Muzii e nel centro storico le attivita’ dovranno chiudere a mezzanotte e mezza dalla domenica al giovedi’ e all’una e mezza il venerdi’ e il sabato, mentre nel resto della citta’, compreso il lungomare, sara’ consentita mezz’ora in piu’, e cioe’ l’una durante la settimana e le due nel weekend. Non sono tenute al rispetto dei limiti orari le attivita’ artigianali (gelaterie, pasticcerie, piadinerie, cornetterie, ecc) e le attivita’ di commercio al dettaglio su aree pubbliche (posteggi isolati e commercio itinerante), per cui pero’ e’ consentita la sola vendita per asporto. Al centro del dibattito c’e’ l’annosa questione dei residenti di piazza Muzii – distretto food and beverage piu’ grande d’Abruzzo, nel cuore del capoluogo adriatico – che da tempo si lamentano per la confusione e i rumori. Se la scorsa estate l’emergenza sanitaria aveva consentito orari piu’ rigidi (solo ad agosto erano stati piu’ ampi), quest’anno, con il passaggio in zona bianca, operatori e associazioni di categoria (Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti e Cna) auspicavano che la priorita’ fosse esclusivamente il rilancio dell’economia.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Contributo di 112.630 mila euro per la rimozione e lo smaltimento dei rifiuti speciali nel sito ex Montecatini

Un contributo di 112.630 mila euro per la rimozione e lo smaltimento dei rifiuti speciali …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *