Pescara, nel 2021 aprirà il parco depurativo

Entro l’estate 2021 Pescara risolvera’ la maggior parte dei problemi legati alla depurazione delle acque della citta’. Nella riunione tecnica convocata dal sindaco e tenutasi oggi in Comune, nella quale erano presenti il direttore generale Vespasiano, il capo di Gabinetto Guido Dezio, l’assessore con delega al Mare e al Fiume Di Nisio, la dirigente del settore Ambiente e Verde Fino, Livello (Aca Spa), Stella (Asl), Scamosci e Petrini (Arta Pescara), Antonucci (Ersi) e Pulini, e’ stata evidenziata la ripresa delle procedure che porteranno alle gare e ai conseguenti lavori per la realizzazione delle vasche di prima pioggia situate sul territorio comunale. Le prime vasche in dirittura di arrivo saranno quelle situate in via Bardet, Via Mainarde, Lungofiume dei Poeti e via Ombrone e permetteranno di migliorare le modalita’ di depurazione delle acque nere, nell’ambito del progetto che prevede lavori per 32 milioni di euro con il raddoppio della capacita’ depurativa e la realizzazione di un parco depurativo formato da complessive 9 vasche di raccolta e disinfezione. Dalla riunione e’ emerso anche che con la costruzione di queste prime quattro vasche entro la primavera prossima verra’ eliminato l’80 per cento della criticita’ legata alla depurazione cittadina.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Di Girolamo (M5S): ferrovia veloce Pescara-Roma sarà opera utile nel rispetto del territorio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *