Pettinari (M5S) si scaglia contro l’occupazione abusiva di alloggi popolari

Una lettera al sindaco di Pescara, al Prefetto, alla Procura e all’amministratore dell’Ater per chiedere che “la legge sia rispettata e che le persone che commettono atti contro la legge vengano allontanate da edifici che sarebbero destinati a cittadini onesti, aventi diritto ad un alloggio popolare”. L’ha inviata il consigliere regionale Domenico Pettinari (M5s), che interviene sul caso degli alloggi Ater occupati illecitamente da persone che “sono lasciate, senza alcun diritto, nelle abitazioni di edilizia pubblica”. La legge a cui fa riferimento Pettinari e’ la Legge regionale 25 ottobre 1996, n. 96, ‘Norme per l’assegnazione e la gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica e per la determinazione dei relativi canoni di locazione’. “Il sindaco – dice il consigliere – ha il dovere di emanare il provvedimento di decadenza dall’assegnazione dell’alloggio di edilizia residenziale pubblica, nei casi in cui l’assegnatario svolga attivita’ illecite, rilevate in flagranza di reato. Nello stesso articolo di legge si prevede, inoltre, che in presenza di tali casi, la condizione venga estesa all’intero nucleo familiare dell’assegnatario”. “La legge e’ chiara – osserva Pettinari – ma purtroppo sono sempre di piu’ i cittadini che ne segnalano la mancata applicazione, nei confronti di soggetti che piu’ volte sono stati tratti agli arresti per avere adibito il proprio alloggio ad attivita’ illecite, come lo spaccio di sostanze stupefacenti”. Sarebbero circa 300, secondo il consigliere, gli occupanti senza titolo e ben 105 sarebbero con occupanti abusivi per violazione del codice penale.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Consiglio regionale, rinviata la nomina per l’Izs

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *