Ponti e viadotti, 54 milioni dal ministero delle Infrastrutture per la messa in sicurezza

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 7 maggio 2021 del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (MIMS) che ripartisce 1 miliardo e 150 milioni di euro (350 milioni per il 2021, 450 milioni per il 2022 e 350 milioni per il 2023) tra le Province e le Città metropolitane delle regioni a statuto ordinario e delle Regioni Sardegna e Sicilia. Le risorse sono state distribuite sulla base di tre parametri: consistenza della rete viaria; parco circolante mezzi; vulnerabilità fenomeni naturali.

I fondi dovranno essere utilizzati per la messa in sicurezza dei ponti e viadotti esistenti e per la realizzazione di nuovi ponti in sostituzione di quelli esistenti con problemi strutturali di sicurezza. Tra le spese ammissibili ci sono: censimento, classificazione del rischio, verifica della sicurezza, progettazione, direzione lavori, collaudo, controlli in corso di esecuzione e finali, monitoraggio strutturale, rilievi, studi e rilevazioni di traffico.

La Regione Abruzzo è destinataria del 4,68% del riparto state per complessivi 53,876 milioni di euro, così ridistribuiti tra le varie province: Teramo: 13,166 milioni, L’Aquila: 15,987 milioni, Pescara: 11,071 milioni, Chieti: 13,651 milioni.

“È senza alcun dubbio un’ottima occasione per il nostro territorio per fronteggiare e risolvere le problematiche che da troppo tempo affliggono il sistema infrastrutturale abruzzese. Ora al lavoro per la realizzazione degli interventi prioritari e meritevole della dovuta attenzione”, ha dichiarato il Sottosegretario alla Presidenza, Umberto D’Annuntiis.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Renzi a Pescara: il presidente del Consiglio è solido e saldo

”D’Alema, Speranza e Bersani dovevano dire subito che sono una vergogna le parole di Travaglio, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *