Porto di Pescara, interrogazione di Castaldi (M5S) 

Un’interrogazione al ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, in cui si chiede l’interessamento e la rivendicazione della sua competenza esclusiva in merito ai lavori riguardanti il porto di Pescara, è stata presentata dal senatore del M5S, Gianluca Castaldi. Nel documento si chiede se il ministro “attraverso adeguati atti e iniziative, non intenda rivendicare la propria competenza esclusiva in materia di Via relativa a nuovi porti e modifiche di porti esistenti avocando a sé la procedura per svolgere la Valutazione di impatto ambientale; se non ritenga utile e necessario, in questo tipo di Valutazione ambientale, considerare anche gli effetti dei cambiamenti climatici su opere che hanno una vita utile di 50-100 anni”.

“Le opere vanno però fatte con trasparenza, nell’interesse degli italiani, nel rispetto dell’ambiente e senza furbizie o forzature per aggirare le regole. A Pescara, invece, da anni si cerca di costruire un porto come se fosse un puzzle, un pezzo alla volta, per non svelare da subito la vera immagine del progetto finale. Sono stati appaltati progetti, come il taglio della diga foranea e la realizzazione di una scogliera sommersa, senza completare le procedure valutative ambientali a livello nazionale”, spiega Castaldi.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Interrogazione di Zennaro sui disagi sull’autostrada A14

Presentata dal deputato Antonio Zennaro (Popolo Protagonista) l’interrogazione al Ministro della Infrastrutture e dei Trasporti, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *