Provincia di Pescara, indennità bloccate per 71 dipendenti

Settantuno dipendenti della Provincia di Pescara sono ancora in attesa di ricevere i compensi legati all’indennita’ di produttivita’ per l’anno 2015. Tra questi figurano i lavoratori del servizio viabilita’, che in questi giorni hanno dovuto garantire la percorribilita’ delle strade provinciali sotto la neve. Ancora in attesa di ricevere le indennita’ anche i dipendenti dei servizi ambientali, del genio civile e di altri settori. In ballo ci sono retribuzioni accessorie, legate alla valutazione del singolo dipendente, come previsto dalle norme introdotte dalla riforma Brunetta. A seconda dell’inquadramento e delle performance, parliamo di cifre che oscillano tra i 500 e gli oltre 1.000 euro a persona. “Inizialmente la prassi era che i pagamenti venissero effettuati a marzo dell’anno successivo – denunciano Stefano Di Domizio e Pino Trusso, segretari provinciali di Fp-Cgil e Uil-Fpl -. Nel 2015 sul 2014 c’e’ stato uno slittamento a settembre, ma un ritardo cosi’ clamoroso non si era mai verificato”. Al centro di tutto sembra esserci un problema di ordine burocratico. Di Domizio e Trusso chiedono dunque di “procedere senza indugio a definire le formalita’ necessarie e a liquidare le spettanze dovute a questi lavoratori che la burocrazia ha lasciato indietro, e che pero’ sono coloro che, effettivamente, portano avanti i compiti istituzionali dell’amministrazione e consentono ai cittadini di fruire dei propri diritti”

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Api, zafferano e microdistillerie, il Consiglio regionale premia le migliori idee di impresa nel Parco d’Abruzzo

Quattordici progetti vincitori, due menzioni speciali e ventottomila euro di premialità erogati. Si chiude con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *