Provincia di Teramo, Di Bonaventura presenta il suo bilancio di fine mandato

Oltre 90 milioni e 700mila euro di interventi finanziati e realizzati sul territorio per opere pubbliche (strade, scuole e patrimonio) e 230 milioni e 250mila di investimenti programmati, che già dai primi mesi del 2023 genereranno significative economie per la provincia teramana. Sono i numeri del bilancio di fine mandato presentato dal Presidente della Provincia di Teramo, Diego Di Bonaventura, nella sede del Bim di Teramo. “Sono cifre che danno conto di una Provincia che torna a crescere”, ha detto Di Bonaventura. “Siamo partiti per gestire l’ordinario, strade e scuole, in base alle competenze lasciate alle province dalla riforma Delrio e in questi quattro anni siamo riusciti veramente a fare cose straordinarie, molto più di quello che ritenevo francamente possibile considerando che abbiamo dovuto fronteggiare nel mentre un’emergenza straordinaria determinata da una pandemia globale e da una guerra nel cuore dell’Europa. Nonostante le difficoltà e la necessità di rivedere in corso d’opera i progetti con un adeguamento dei prezziari determinati dai continui aumenti dei costi, abbiamo realizzato oltre 84 milioni e mezzo di euro di interventi sulla viabilità provinciale nel quinquennio 2018-2022 e programmato interventi per quasi 89 milioni di euro, che partiranno già da marzo. Oltre ai fondi propri, ci siamo costantemente adoperati per trovare altri finanziamenti con una costante interlocuzione con Anas, Regione Abruzzo e Governo nazionale”. Dal report degli interventi sulla viabilità provinciale si evince una ripartizione equilibrata dei fondi con una particolare attenzione alle aree interne, che maggiormente necessitano di manutenzione, con quasi 28 milioni di interventi sul nucleo Gran Sasso-Laga a fronte di lavori programmati per oltre 37 milioni e 200mila euro circa; oltre 22 milioni di euro di interventi realizzati e oltre 18 milioni di euro programmati su quello Isola del Gran Sasso-Bisenti; oltre 15 milioni e mezzo di interventi effettuati per il miglioramento della viabilità del nucleo Atri-Roseto e 21 milioni e 700mila euro di interventi in cantiere e quasi 19 milioni nel comparto Val Vibrata – Val Tordino ai quali si sommano 11milioni e 400mila euro circa di lavori che partiranno già dalla primavera 2023. (

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Presentato l’iter per il piano della sosta a Pescara

Presentato il Piano della sosta del Comune di Pescara dal sindaco Carlo Masci, dal dirigente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *