Ricostruzione, approvati finanziamenti per 3,1 milioni per L’Aquila e il cratere

Ammontano a circa 3,1 milioni di euro i finanziamenti approvati per la città dell’Aquila e il cratere 2009 dal Comitato di indirizzo istituito presso la presidenza del Consiglio dei ministri per il coordinamento e il monitoraggio degli interventi per lo sviluppo delle attività produttive e della ricerca nel territorio del cratere sismico aquilano.

Un  milione sarà destinato al completamento del progetto sulla mobilità elettrica cittadina mentre 400mila euro, nell’ambito del progetto dell’anello ottico cittadino, saranno destinati alla realizzazione di una banda ultra larga a servizio delle scuole dell’Aquila.  Sbloccati, inoltre, tra accertamento delle economie 2017 e rimodulazione per le annualità 2019 e 2020 oltre 129 mila euro a sostegno delle attività culturali inserite nel programma ReStart mentre 1,620 milioni di euro saranno assegnati all’Università degli studi dell’Aquila per il progetto Ex Emerge volto alla ricerca per lo sviluppo della guida autonoma.

“Sono risorse importanti con cui la città sarà in grado di portare avanti il suo percorso sia nell’ambito della ricerca e della formazione, sia in quello del potenziamento tecnologico e del rilancio culturale – spiegano il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, e l’assessore regionale con delega ReStart, Guido Liris – La strategia attuata da Comune e Regione, condivisa e sostenuta dal presidente della Regione Marco Marsilio, è quella di individuare per la città dell’Aquila obiettivi strategici che la qualifichino rispetto a quella che è la sua vocazione di città della conoscenza, dei saperi, dell’innovazione e della cultura affinché al percorso di ricostruzione materiale segua quello di rinascita sociale ed economica dei territori”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

TUA, in arrivo nuovi minibus green per Pescara

Si arricchisce la flotta dei mezzi della Tua, l’azienda di trasporti della Regione Abruzzo, al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *