Ricostruzione, il neo commissario Castelli in Abruzzo e martedì Legnini presenta il suo rapporto

“Un incontro informale per iniziare a toccare con mano le problematiche del doppio cratere, a noi sicuramente non ignote cosi’ come non sono sconosciute al neo commissario, ma per le quali il confronto, soprattutto con amministratori locali e attori a vario titolo, non e’ mai abbastanza”. Cosi’ i senatori Guido Liris ed Etelwardo Sigismondi, accompagnando a Montereale il senatore Guido Castelli, neocommissario per la ricostruzione post-terremoto del Centro Italia, che ha accolto il loro invito a visitare l’Alta valle dell’Aterno, dove ci sono i comuni abruzzesi colpiti dagli eventi del 2016-2017 ma che avevano gia’ subito gli effetti di quello del 2009, con conseguenti difficolta’ di sovrapposizioni normative. Visita che e’ proseguita poi a Teramo.

“E’ importante dare continuita’ al delicato processo di ricostruzione che e’ stato avviato ma che avra’ senza dubbio ancora a lungo bisogno di particolari attenzioni”, rilevano Liris e Sigismondi. “Era essenziale instaurare subito un dialogo con gli amministratori e le comunita’ locali, che sia per noi sia per Castelli non e’ certo una novita’ ma era importante farlo nel nuovo importante ruolo da commissario”, commentano i due senatori, “e farlo subito, nonostante la coda delle festivita’, perche’ non c’e’ un momento da perdere per proseguire proficuamente il lavoro avviato e far si’ che la ricostruzione resti tra le priorita’ del governo”. “Il nostro impegno, insieme a quello degli altri parlamentari abruzzesi di Fratelli d’Italia che sentono doppiamente la responsabilita’ appartenendo al partito di maggioranza relativa e che esprime il premier”, osservano Liris e Sigismondi, “non conoscera’ interruzioni per far si’ che i comuni colpiti dal terremoto, in alcuni casi addirittura per due volte, possano essere messi nel piu’ breve tempo possibile, nelle condizioni di rinascere sia dal punto di vista edilizio che economico-sociale”. Il neo commissario Castelli, gia’ assessore regionale delle Marche e sindaco di Ascoli Piceno nel 2016, ha dal canto suo ribadito che la ricostruzione delle aree colpite dal terremoto del Centro Italia resta una priorita’ dell’agenda di governo.

Il Commissario Straordinario di governo per la ricostruzione post sisma 2016 uscente, Giovanni Legnini, presenterà il Rapporto di fine mandato ai presidenti delle Regioni, ai sindaci, agli Usr, martedì 10 gennaio alle ore 11. La presentazione, aperta anche alla stampa, avverrà in videoconferenza, e all’incontro parteciperà anche il neo commissario, Guido Castelli.

 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Elezioni comunali, De Santis (Lega): ragioniamo sulle scelte migliori

“La Lega è al lavoro con i suoi dirigenti per le elezioni amministrative dell’8 e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *