Rientro a scuola, Flc-Cgil L’Aquila: vaccinazione non risolve problemi

“Nonostante sia passato un anno e l’emergenza si sia trasformata in normalita’ i nodi che impediscono una tranquilla apertura dell’anno scolastico ed il ritorno alla didattica in presenza, che lo stesso CTS ritiene prioritario, non sono stati sciolti: dai trasporti alle mense, dall’adeguamento degli spazi a collegamenti lineari e coerenti tra scuola e sanita’ nulla e’ cambiato. Abbiamo la sensazione che il problema sia sottovalutato e che assisteremo di nuovo ad un anno scolastico all’insegna dell”io speriamo che me la cavo'”. A sostenerlo e’ la segretaria generale Flc Cgil L’Aquila, Miriam Anna Del Biondo. “Pensare che la vaccinazione sia l’unica possibilita’ di tornare alla didattica in presenza diffusa – spiega – e’ una banalizzazione del problema. Una vaccinazione diffusa non puo’ essere risolutiva se non si affrontano problemi di gestione piu’ ampi ed annosi. Sono necessarie indicazioni precise e non si puo’ pensare che, di nuovo, come se un anno non fosse trascorso, dovranno essere i dirigenti scolastici ad assumersi l’onere di gestire situazioni emergenziali che inevitabilmente si verificheranno quando, al primo contagio, un’intera classe andra’ in quarantena”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Settimana ricca di appuntamenti in Consiglio regionale

La settimana politica in Consiglio regionale si apre con la seduta straordinaria della Prima Commissione “Bilancio, affari generali e istituzionali”, prevista …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *