Riserva del Borsacchio, opposizione compatta: Pronto il progetto di legge per ristabilire la perimetrazione originaria

“Il progetto di legge per ristabilire l’originaria perimetrazione della Riserva del Borsacchio è pronto. Già nelle prossime ore, appena la deliberazione consigliare sarà pubblicata, procederemo tempestivamente al deposito con la contestuale richiesta di urgenza, al fine incardinare il provvedimento legislativo nel calendario dei lavori della commissione competente per l’esame di merito”. Questo quanto dichiarano in una nota i consiglieri regionali del PD, M5S, Legnini Presidente e Abruzzo in Comune. “Ristabilire i confini della riserva è indispensabile. Il taglio dell’area protetta, dagli originari 1.100 ettari a soli 24, imposto dalla maggioranza di centrodestra, è inaccettabile. Tale azione, irrituale e irrispettosa dei territori e delle comunità locali, ha generato una imponente mobilitazione delle Istituzioni Locali, del mondo dell’associazionismo ambientalista e di migliaia di cittadini che hanno manifestato il loro dissenso attraverso la sottoscrizione di una petizione popolare. Con questa nostra proposta di legge – hanno aggiunto i consiglieri Dino Pepe, Silvio Paolucci, Antonio Blasioli, Pierpaolo Pietrucci, Francesco Taglieri, Giorgio Fedele, Domenico Pettinari, Pietro Smargiassi, Barbara Stella, Americo Di Benedetto e Sandro Mariani – intendiamo ripristinare da subito la corretta e storica perimetrazione della Riserva naturale del Borsacchio. Chiediamo, inoltre, l’apertura di un confronto ad ogni livello che coinvolga istituzioni, associazioni e cittadini, per promuovere e programmare il rilancio della riserva”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Chieti, formalizzato il passaggio nella gestione dei parcheggi da Teateservizi

Il curatore fallimentare della società partecipata Teateservizi, Guglielmo Flacco, e il dirigente di settore del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *