Salvini a Chieti: con Di Stefano 10 anni di buona amministrazione per la comunità

”Ho scelto Fabrizio Di Stefano perche’ penso che abbia l’esperienza necessaria per dare dieci anni di buona amministrazione a questa comunita’ che ha sofferto tanto e quindi abbiamo non solo un candidato ma una squadra all’altezza, perche’ vince la squadra”. Lo ha detto a Chieti Matteo Salvini nel corso della sua visita in città, davanti a oltre 500 persone alla Villa Comunale per sostenere il candidato sindaco Fabrizio Di Stefano (Lega) che alle amministrative di settembre e’ sostenuto da una coalizione di centrodestra. ”Da noi vedo tante facce sorridenti entrando in Chieti, dove governa la Lega la differenza si vede” – ha aggiunto il leader della Lega che si e’ detto soddisfatto del lavoro del governo regionale abruzzese. ”Io poi sono un perfezionista quindi si puo’ sempre fare di meglio pero’ i soldi veri alle imprese e alle famiglie Regione Abruzzo li ha dati, spesso anche piu’ di quelli che aveva promesso e non dato il governo”.

Salvini a margine della sua visita in città ha anche incontrato una piccola delegazione di lavoratori della Yokohama di Ortona, dove si producono tubi offshore per l’estrazione di petrolio e gas, e tubi da banchina per i porti, stabilimento che da’ lavoro a 84 persone del quale lo scorso 27 luglio e’ stata annunciata la messa in liquidazione. ”Siamo venuti qui per difendere il nostro posto di lavoro, una e’ piccola delegaioni perche’ gli altri sono fissi a presidio davanti alla fabbrica – ha detto Fabio Giannetti della Rsu Uil. Dobbiamo portare questa cosa assolutamente al Mise, entro venerdi’ ci hanno promesso un appuntamento. Adesso siamo in un limbo, ne’ licenziati ne’ possiamo andare a lavorare sicuramente faremo azioni anche legali per far vedere che comunque siamo disponibili al lavoro”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Legge regionale urbanistica, il centrosinistra: cemento, deregulation e illegittimità, troppe cose non vanno nel testo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *