Sanità, Biondi: nella sanita’ aquilana c’è carenza di circa 700 unita’ lavorative

“Il Consiglio comunale congiunto di oggi ci ha fornito un dato politico importante. Due territori, che complessivamente rappresentano circa il sessanta per cento dell’Abruzzo, concordemente, e superando campanilismi e appartenenze, chiedono che vengano garantiti e migliorati i servizi essenziali per le nostre aree interne”. Lo ha dichiarato il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, durante la riunione congiunta dei Consigli dell’Aquila e di Teramo, che si e’ tenuta a Palazzo dell’Emiciclo, all’Aquila, sul tema della sanita’. “La sanita’ e’ una priorita’ per le nostre comunita’ che possono contare su eccellenze in grado di attrarre pazienti anche da fuori regione, soprattutto dal Lazio, nonostante la mobilita’ extraregionale sconti un passivo di 80 milioni. Oggi, solo nella sanita’ aquilana – ha aggiunto Biondi – si sconta una carenza di circa 700 unita’ lavorative a causa della forzata ‘cura dimagrante’ legata alle politiche attuate in passato per consentire il piano di rientro e superare il commissariamento, pensionamenti, quota cento e blocco del turnover. Venerdi’ ci sara’ una riunione con l’assessore regionale alla Salute, Nicoletta Veri’, e i presidenti dei comitati ristretti dei sindaci per discutere della ridefinizione del sistema ospedaliero regionale. In quell’occasione ribadiremo la necessita’ di salvaguardare il diritto alla salute dei nostri concittadini”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Pnrr, finanziamenti per oltre 5 mln di euro per le proposte dell’Ambito Sociale ADS 11 Frentano

Sono state ammesse a finanziamento tutte le proposte di intervento, per oltre 5 mln di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.