Teateservizi, il Tribunale di Chieti apre la procedura di concordato preventivo

Il Tribunale di Chieti ha aperto la procedura di concordato preventivo la società in house del Comune di Chieti “Teateservizi” ed ha fissato per il prossimo 13 luglio alle ore 10 l’adunanza dei creditori. Il commissario giudiziale nominato è il commercialista Cristiano Maria Corvi. Il Tribunale ha anche disposto che la società consegni entro 7 giorni al commissario le scritture contabili e fiscali. Era stato il sostituto procuratore della Repubblica di Chieti, Giuseppe Falasca, a chiedere il fallimento di Teateservizi. “La notizia dell’approvazione del piano concordatario per Teateservizi non è buona, è ottima – commenta il sindaco di Chieti, Diego Ferrara – soprattutto da un punto di vista politico per chi, come me, ci ha sempre creduto, ci ha messo la faccia e si è assunto la massima responsabilità in corso di assemblea dei soci dove sono andato da solo a firmare”.

“Il Tribunale ha valutato la correttezza formale della domanda presentata e la ripartizione dei creditori, tra cui il Comune di Chieti, nelle diverse classi – così il sindaco Diego Ferrara e l’assessore alle Partecipate Enrico Raimondi – È un fatto che accogliamo molto positivamente, anche se aspettiamo l’adunanza dei creditori, che si terrà in udienza il 13 luglio per la votazione del piano di concordato e quindi la determinazione dei crediti dovuti ai diversi soggetti e il cui esito favorevole determinerà l’omologazione del piano di concordato. Sarà l’eventuale omologazione a consentire alla società di proseguire nell’attività di risanamento già in atto che, dalle informazioni del liquidatore, ha già determinato un aumento della capacità di riscossione dell’Ente”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Scuola, scongiurato l’accorpamento classi a Caramanico e Castelvecchio Subequo

 “Ringrazio il direttore dell’Ufficio scolastico regionale Massimiliano Nardocci per la sensibilità e l’apertura al dialogo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *