Abruzzo, 8 mila imprese hanno investito in tecnologie green

In Abruzzo sono state 8 mila le imprese che nel 2018 hanno investito in tecnologie green e a basso impatto ambientale. L’ha segnalato il presidente di Confindustria Abruzzo, Marco Fracassi, durante la ‘Innovazione, Sviluppo, Ricostruzione: il futuro delle aree interne’. “La propensione alla green economy, ancora al di sotto della media nazionale, rappresenta una delle chiavi di volta per lo sviluppo dell’Abruzzo, delle aree interne e del territorio colpito dal sisma”, ha osservato Fracassi, “assieme al turismo, alle infrastrutture, ad un progetto di marketing territoriale che punti sulla sinergia con il mondo accademico e a politiche di sviluppo industriale che guardino con attenzione ai cambiamenti tecnologici nel contesto di Industria 4.0”.

“Stiamo investendo molto sull’innovazione tecnologica per dare un futuro a questa citta’ e a questo territorio. Vogliamo promuovere una strategia di sviluppo delle aree interne che metta insieme universita’, ricerca scientifica, sviluppo del territorio ed economia. Questa sfida sta portando risultati importanti. E’ la strada che abbiamo imboccato non solo per rispondere alla crisi e alla tragedia del territorio aquilano e ad una lenta e difficile ricostruzione ma anche per affrontare comunque le sfide per il futuro”. Il presidente della giunta regionale, Marco Marsilio e’ intervenuto cosi’ al convegno “Innovazione, sviluppo, ricostruzione: il futuro delle aree interne” nella sala convegni della sede di Confindustria L’Aquila Abruzzo, nel nucleo industriale di Pile. Ha partecipato anche l’assessore regionale alle attivita’ produttive, Mauro Febbo. L’incontro, a cui hanno preso parte autorita’ istituzionali e del mondo economico e produttivo, ha rappresentato l’occasione per un confronto su una strategia di rilancio delle aree interne, incentrata su innovazione e ricerca. “La Regione – ha aggiunto Marsilio – entro due anni completera’ il piano della banda larga. Non ci sara’ neppure un comune, neanche il piu’ piccolo, che non sara’ collegato alla rete ultraveloce. L’Aquila e’ una delle citta’ campione che sta sperimentando il 5G. In questo territorio e’ aperto un prestigioso istituto di alta formazione e ricerca scientifica Gssi, cosi’ come permangono quelle presenze storiche, come l’universita’ e i Laboratori del Gran Sasso. L’innovazione, la tecnologia e il sapere sono quel di piu’ che ci permette di competere non sulla quantita’ ma sulla qualita’ dei nostri prodotti e sulla formazione. Il cammino verso una rinascita del tessuto economico locale e’ a buon punto, considerando le azioni messe in campo per alzare il livello di conoscenza e di appetibilita’ di una terra che ha ancora molto da offrire sotto il profilo dell’innovazione, della ricerca e della formazione accademica”. Il convegno si e’ aperto con i saluti istituzionali del presidente Marsilio, del sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi e del presidente di Confindustria Abruzzo, Marco Fracassi, alla presenza del presidente di Confindustria L’Aquila Abruzzo Interno, Riccardo Podda.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Coronavirus, si registrano 150 nuovi casi (di età compresa tra 7 mesi e 95 anni)

Sono complessivamente 72799 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza. Rispetto a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *