Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti

Si registrano in Abruzzo i primi casi di contagi da Covid-19 la cui origine al momento non e’ chiara e che potrebbero indicare una diffusione del Coronavirus sul territorio. Nello specifico si tratta della coppia di Citta’ Sant’Angelo, prima ricoverata all’ospedale di Penne e poi trasferita a Pescara. I due sono coltivatori diretti che, in base ai primi accertamenti, non hanno avuto nessuna relazione epidemiologica con l’esterno. L’uomo, 70 anni, era ricoverato nel reparto di Medicina dell’ospedale del capoluogo vestino per altre patologie. Sottoposto a tampone, e’ risultato positivi al Coronavirus. Una parte dell’ospedale di Penne e’ stata isolata con il personale all’interno, tra cui il sindaco, Mario Semproni, medico nella struttura sanitaria del suo comune. La coppia e’ stata trasferita Pescara, dove nella notte e’ stato eseguito in urgenza il test sulla moglie, che e’ risultata positiva. I due sono ricoverati in Malattie infettive e hanno entrambi la polmonite

Complessivamente sono una ventina gli operatori sanitari entrati in contatto con l’uomo e in questi momenti vengono sottoposti a tampone. Le autorita’ sanitarie si stanno occupando del tracciamento dei contatti della coppia. Allo stato, sarebbe poco chiara anche l’origine del contagio di un uomo di Manoppello, anche lui positivo al Coronavirus. Il giovane era stato per poche ore in Emilia Romagna e, stando alle prime informazioni, pare che non abbia avuto contatti a rischio. Pertanto, non e’ escluso, di conseguenza, che il contagio sia avvenuto in Abruzzo. 

In Abruzzo, stando ai dati forniti dal Servizio Prevenzione e Tutela della Salute della Regione, sono stati registrati dall’inizio dell’emergenza 17 casi positivi al Covid 19, diagnosticati dai test eseguiti nel laboratorio di riferimento regionale di Pescara; 13 pazienti sono ricoverati in ospedale, non in terapia intensiva, mentre altri 3 sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. L’ultimo caso positivo e’ riferito all’uomo deceduto a Ortona, per il quale non e’ stato pero’ ancora stabilito il nesso causale tra morte e contagio da Covid 19. Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, il laboratorio di Pescara ha eseguito 163 test. Di questi 128 sono risultati negativi, mentre altri 10 sono attualmente in corso. La differenza tra il numero totale e quello degli esiti e’ legato al fatto che alcuni test sono stati eseguiti piu’ volte sullo stesso paziente. Complessivamente, infatti, i pazienti sottoposti a test nella nostra regione sono stati 153: 26 nella Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, 18 nella Asl Lanciano-Vasto-Chieti, 83 nella Asl di Pescara e 26 nella Asl di Teramo.

Continuano a migliorare le condizioni della giovane dottoressa originaria di Brescia che ha studiato all’Aquila dove era tornata per l’esame di abilitazione, ricoverata al reparto Malattie infettive. La giovane, unico caso positivo nell’ospedale aquilano, aveva avvertito sintomi tipici del Covid 19 dopo essersi vista con il fidanzato un collega di Bergamo, anche lui positivo. Potrebbe essere dimessa nei prossimi giorni: visto che e’ asintomatica, lunedi’ potrebbe essere sottoposta al test, qualora dovesse risultare negativo, se ne effettuera’ un altro dopo due giorni e, qualora venisse confermato, potrebbe tornare a casa. Al reparto di malattie infettive diretto dal dottor Alessandro Grimaldi, sono disponibili 10 stanze a pressione negativa: inoltre ne e’ in funzione un’altra dotata di macchinari per la respirazione articolare, come quelle in rianimazione, alla quale domani se une aggiungera’ un’altra e, via via, altre nei prossimi giorni.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Abruzzo, in sette anni persi quasi 49 mila abitanti

L’Abruzzo dal 2013 al dicembre 2020 ha perso ben 48.906 abitanti, ossia una intera città …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *