Fissata l’autopsia del 35enne morto a San Giovanni Teatino dopo esser stato fermato

Sarà eseguita al policlinico di Chieti l’autopsia su Simone Di Gregorio, il 35enne che nel pomeriggio del 13 agosto scorso a Sambuceto di San Giovanni Teatino è stato fermato mentre era in stato di particolare agitazione a ridosso del tracciato ferroviario, ed alla fine immobilizzato dai Carabinieri che hanno utilizzato il taser. L’inchiesta è aperta con l’ipotesi di omicidio colposo nei confronti di ignoti.

L’uomo è morto prima ancora di salire sull’ambulanza del 118, mentre nel frattempo gli era stato somministrato un sedativo. Il sostituto procuratore della Repubblica di Chieti, Marika Ponziani, ha affidato l’incarico al medico legale Marco Piattelli, al tossicologo Fabio Savini e al cardiologo Marcello Caputo.

 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Truffe dei finti incidenti, maxi operazione di Polizia e Guardia di Finanza a Chieti

Operazione di Polizia Giudiziaria condotta dalla Polizia di Stato e dalla Guardia di Finanza di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *